Twitter potrebbe essere messa in vendita

Il cofondatore di Twitter, Ev Williams, ammette che l'azienda dovrà considerare per il futuro l'opzione più giusta, il che include anche la vendita

Logo twitter

La possibilità che Twitter possa essere venduta ad un’azienda più grande ora è una possibilità non da escludere, tanto che è stato questa volta lo stesso cofondatore Ev Williams ad aprire a questa ipotesi.

Parlando a Bloomberg sulla situazione attuale della piattaforma, Williams ha così definito la situazione e il futuro di Twitter come società indipendente “Siamo in una posizione forte ora. E come membro del consiglio dobbiamo considerare le opzioni giuste”, commento con cui Williams non esclude anche la possibilità che l’azienda possa essere ceduta ad un altro attore del settore tecnologico nel caso di trattasse della ‘opzione giusta’.

Twitter

Con il passare del tempo il social network dei cinguettii non è riuscito a risolvere i problemi che affliggono la piattaforma ormai da anni, ovvero un tasso di crescita in fortissimo rallentamento e l’avanzata dei concorrenti. Ormai nettamente in svantaggio rispetto a Facebook e superata sia da Instagram che da Snapchat (almeno in base ad alcune metriche), Twitter non riesce a trovare la formula per riprendere un incremento significativo della sua base utenti, faticando a livello finanziario, dove gli utili paiono essere ancora lontani.

Già in passato sono circolate indiscrezioni che volevano altre aziende interessate ad acquistare il social network dei cinguettii; una voce dello scorso anno segnalava un ipotetico interessa da parte di Google, i cui esperimenti sui social network (come l’ultimo Google+) sono sempre falliti miseramente.