HomeMacityInternetUn'iniziativa per facilitare la portabilità dei dati da una piattaforma all'altra

Un’iniziativa per facilitare la portabilità dei dati da una piattaforma all’altra

Avete deciso di abbandonare un servizio per lo storage delle foto online e passare ad altro? Probabilmente sarete costretti a scaricare localmente i vari file e poi importarli manualmente nel nuovo servizio. Stesso discorso per la musica, la posta, i filmati, ecc. Per evitare questi problemi, diverse grandi aziende stanno collaborando a un’iniziativa comune dedicata alla portabilità dei dati.

Facebook, Twitter, Microsoft e Flickr sono alcune delle aziende che hanno aderito al Data Transfer Project di Google, iniziativa per la creazione di una piattaforma open-source dedicata alla portabilità dei dati, in grado di consentire alle persone di spostare dati online tra diversi service provider.

Data Transfer Project sfrutta API e meccanismi di autorizzazione esistenti per accedere ai dati e specifici “adattatori” di servizio per trasferire i dati usando un formato comune e adattarli alle nuove API del servizio scelto.

Architettura del Data Transfer Project
Architettura del Data Transfer Project

L’iniziativa è ancora nella fase embrionale e specifiche funzioni devono essere ancora integrate nelle piattaforme dei vari partecipanti. Questa possibilità non nasce a caso ma è prevista dal nuovo Regolamento Generale per la protezione dei dati personali (GDPR) che ha introdotto un nuovo diritto per gli interessati del trattamento: il diritto alla portabilità dei dati.

Nell’articolo 20 del GDPR, si legge: “L’interessato ha il diritto di ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali che lo riguardano forniti a un titolare del trattamento e ha il diritto di trasmettere tali dati a un altro titolare del trattamento senza impedimenti da parte del titolare del trattamento cui li ha forniti”. L’interessato ha il diritto di ottenere la trasmissione dei dati personali da un titolare a un altro “senza ostacoli”, se è tecnicamente fattibile. Il titolare del trattamento può adeguarsi alla norma o fornire uno strumento per il download dei dati, o garantire la trasmissione diretta dei dati ad altro fornitore. Al momento Apple non è coinvolta nel progetto ma ha predisposto strumenti specifici per scaricare i dati personali.

Offerte Speciali

Bozza automatica

iPad Pro M1 da 11″ 256 GB al minimo storico vi costa solo 826 €

iPad Pro 11" M1 2021 è in sconto su Amazon Lo comprate a solo 826 €. Minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial