Vendite iPhone 7, in linea (per ora) con i precedenti modelli

ricapitolando ios 10 iphone 7

Studi rilevano che le vendite iPhone 7 sono in linea con i precedenti modelli: quello da 4,7 pollici è già all’1% di adozioni, mentre il Plus si attesta sullo 0,2%. Il dato è in linea con i modelli precedenti, ma l’onda lunga potrebbe  essere… più corta. Ecco perchè

[banner]…[/banner]

Studi condotti dal Localytics e condivisi dalla redazione rivelano che le vendite iPhone 7 sono in linea con i precedenti modelli. Non ci sono numeri ufficiali, ma le statistiche proposte dalla società di ricerca mostrano dati confortanti per la società della Mela.

A dire che che il mercato si muove e che Apple non dovrebbe essere preoccupata per le previsioni catastrofiste di chi pensava che la scarsa innovazione estetica di di iPhone 7 avrebbe ridotto l’interesse per il dispositivo, sono le percentuali di adozione già arrivata all’1%, mentre quelle di iPhone 7 Plus si attestano sullo 0,2% dell’intera base di iPhone. Sebbene il dato contrasti leggermente con il numero di preordini stimato, si tratta di numeri che equivalgono, unità più, unità meno, il lancio di iPhone 6s, che nel settembre 2015 fece segnare statistiche molto simili, con l’unica differenza di una maggiore adozione iPhone 6s Plus, che nella prima settimana di lancio faceva registrare lo 0,3%.

Quote leggermente diverse fece registrare invece iPhone 6, con il 2% di adozioni nella prima settimana di lancio, per via della novità del fattore forma, e uno 0,3% nelle adozioni iPhone 6 Plus, che rappresentò allora la novità in termini di phablet iOS da 5,5 pollici.

vendite iphone 7

Si tratta di numeri, anche quelli di iPhone 7, certamente confortanti per Cupertino, anche se paragonati al lancio di iPhone 5s, che fece registrare nei primi 7 giorni dal lancio solo uno 0,9% di adozioni, anche se allora si trattava di un modello unico di smartphone iOS.

Peraltro, la stessa società di ricerca, Localytics, ha commentato il dato dichiarando che la realtà potrebbe essere ancora più rosea per Apple, e che le vendite reali iPhone 7 potrebbero essere notevolmente più elevate, poiché i dati registrano solo il numero di persone che già possiede il dispositivo e che utilizzano applicazioni. Considerando tempi di consegna elevati per i preordini online, è possibile che le unità spedite siano ben maggiori di quelle registrate dalla ricerca.

 

18337-16890-iOS-10-l

 

In questo scenario ottimistico andrebbe però tenuto conto di un fattore di cui Localytics non sembra tenere conto: il numero di paesi di lancio. Per i 6s e per tutti i modelli precedenti, il lancio avvenne in un numero ridotto di nazioni, iPhone 7 è stato messo a disposizione di un grande numero di mercati. Al boom iniziale potrebbe quindi fare seguito un’onda lunga… più corta. In termini pratici ad un boom iniziale potrebbe non corrispondere una prosecuzione tanto favorevole come quelle dei precedenti modelli perchè molti mercati che in passato sono giunti di rinforzo ora sono già stati sollecitati e una parte di quelle vendite che sarebbero arrivate successivamente, sono state già messe in cassaforte.