Apple Store Grand Station: tra grandeur e minimalismo

di |
logomacitynet696wide

Apple con un’anteprima alla stampa ha tolto i veli al suo negozio nella Grand Station di New York. Il punto vendita della iconica stazione della Grande Mela è destinato a diventare uno dei simboli della catena di vedita della Mela tra look minimalista e gigantesche proporzioni. Sarà il punto di riferimento degli appassionati di iOS e Mac mescolati a 750mila pendolari che transitano ogni giorno dalla stazione.

Si avvicina il giorno dell’inaugurazione del nuovo negozio Apple di New York di Grand Central, il quinto della città e che potrebbe anche essere il più grande (circa 2100 metri quadrati), condizionale d’obbligo visto che Cupertino non comunica mai le superfici dei suoi negozi. Quel che appare certo, anche senza la conferma di Apple, è che lo store collocato nella più grande e trafficata delle stazioni della città americana e una delle più importanti al mondo, quando questo venerdì aprirà ufficialmente al pubblico diventerà un’altra delle icone della catena di vendita della Mela.

Per capirlo basterebbe avere la pazienza di scorrere il filmato girato da Fortune che pubblichiamo in calce a questa pagina. In pochi minuti si coglie tutta la straordinarietà del negozio e non solo per quanto riguarda le proporzioni (davvero enormi) ma per la capacità che Apple ha avuto di costruire uno spazio che si integra alla perfezione con l’architettura Beaux Art e Art Decò che caratterizza la stazione. Una grande parte dei banconi è collocato sulle balconate da dove si getta uno sguardo direttamente sulla hall di trasito; sono state sfruttate alcune delle nicchie che sfondano le pareti mentre alcune piccole stanze accolgono la zona dedicata agli accessori. Il tutto senza rinunciare al classico minimalismo Apple; la struttura di vendita è assolutamente inserita nel complesso della Grand Station e quasi invisibile. Ci sono solo tre mele illuminate che segnalano la presenza del negozio. La presenza dello store sarà intuibile dai commessi in maglia rossa che si aggirano sull’ammezzato e dalla presumibilmente grande folla che andrà avanti e indietro dallo scalone di accesso.

Per comprendere la portata del negozio può però essere utile ricordare qualcuna delle cifre comunicate da Apple in merito a dipendenti e strutture e personale di servizio: due genius bar da 12 clienti ciascuno, 45 tavoli con Mac, iPhone, iPod, iPad, tre pareti di accessori, 315 dipendenti.

Apple ha studiato il servizio ai clienti che si recheranno nel negozio tarandolo sulle peculiarità della folla (750mila persone ogni giorno) che transita dalla stazione. Poiché molti di loro saranno di fretta ci saranno sessioni informative sui prodotti della durata di 15 minuti, due stanze dedicate ad introdurre i clienti al mondo Apple e alle novità della sua offerta, un bancone per l’acquisto veloce e la possibilità di ordinare via iPhone un prodotto mentre si è in treno e ritirarlo appena si scende dalla carrozza.

Il punto vendita sarà utile anche a chi non deciderà di comprare da Apple. Il segnale Wi-Fi che arriva dallo store inonderà tutta la hall della Grand Station dando a chi passa la possibilità di navigare in Internet, raccogliere informazioni, telefonare via Voip, scaricare posta, acquistare prodotti e servizi.