No keynote, sì nuovi prodotti?

di |
logomacitynet696wide

La cancellazione del keynote suscita preoccupazione tra gli utenti Mac. Ma la presenza, garantita, di Jobs a Parigi lascia aperta un’altra ipotesi: risparmio nei costi e meno problemi per la sicurezza.

Apple non terrà  un keynote per Apple Expo. La notizia diffusa oggi da Cupertino a margine della fiera parigina che si apre la prossima settimana di cui parliamo a parte, ha subito messo a rumore il mondo Mac. Il timore è che Apple non prevede nessuna novità  particolarmente significativa al debutto per la fiera.

In passato Cupertino ha sempre tenuto grandi eventi per il lancio dei suoi prodotti e l’assenza di un keynote, con la presenza di Steve Jobs, potrebbe far pensare a questa ipotesi.

In realtà  di ipotesi se ne può fare anche una seconda, altrettanto se non più probabile: Apple non ritiene giustificati gli importanti costi e le difficoltà  organizzative che comporta il keynote a Parigi.

Ricordiamo che nella città  francese l’evento si tiene non presso la sede della fiera ma al Palais des Congres (con la conseguente necessità  di “movimentare” centinaia di invitati e giornalisti); in più l’anno passato vennero allestite misure di sicurezza con team dedicati alla perquisizione dei partecipanti, metal detector, guardaroba, addetti all’ispezione dei computer, che quest’anno sarebbero dovute essere, probabilmente, anche più imponenti.

Molto meno complesso è di certo gestire un centinaio o poco più di giornalisti accreditati per una sessione di domande e risposte e successivamente invitare gli stessi giornalisti ad incontri “specializzati” nel corso dei quali, eventualmente, presentare i prodotti (anche nuovi) in dettaglio. Un simile assetto di comunicazione non dovrebbe limitare di troppo l’impatto mediatico dell’evento. In fondo, in assenza di una diretta via QuickTime (cui da tempo Apple ha rinunciato) a “rimetterci” sarebbero solo i 5000 presenti al keynote ma non la copertura giornalistica e informativa che sarebbe sufficiente anche nel caso del lancio di nuovi prodotti.

D’altra parte se davvero non ci fosse nulla di cui parlare sarebbe difficilmente giustificabile sia la conferenza stampa di apertura della fiera, una novità  di quest’anno, la presenza per l’intera rassegna di manager Apple e, soprattutto, l’ancor più rilevante presenza di Steve Jobs.

Secondo Apple, infatti, il CEO sarà  regolarmente presente all’evento e a disposizione per le interviste di rito che vengono organizzate dal team che si occupa della stampa.

Difficile o, se non altro, poco probabile, che un simile apparato si sia messo in moto solo per presentare prodotti che sono apparsi prima dell’estate o, ben che vada, durante l’evento di questo mercoledì.