StupidFilter Project: arriva il filtro per la ‘€œstupidità  linguistica’€

di |
logomacitynet696wide

Tutti coloro che non sopportano le abbreviazioni grammaticali tipiche degli SMS, esulteranno di fronte al progetto StupidFilter, programma che permetterà  di prevenire online gli obbrobri lessicali.

Stanchi di frequentare forum online popolati da ‘€œtroll’€ impertinenti o user sgrammaticati che si divertono a torturare la lingua e a massacrare sintassi e grammatica ad ogni riga?
La soluzione potrebbe giungere dallo StupidFilter Project, applicazione che dovrebbe sbarcare sul mercato verso la fine dell’€™anno, oltre ad un’€™apposita estensione per Firefox.

Come affermato sul sito ufficiale, il software è una ‘€œprofilassi contro le malattie memeticamente trasmissibili’€; una frase forbita che vuole sottolineare la decadenza linguistica che spesso domina la Rete, un ‘€œluogo linguistico’€ in cui sovente le regole della grammatica e della sintassi sono violate, prima per pigrizia (o ignoranza), poi per imitazione.

Fenomeni di distorsione che danno luogo a espressioni italiane come ‘€œxkè’€ invece di ‘€œperchè’€ o ‘€œsn’€ invece di ‘€œsono’€, oppure ‘€œc6’€ invece di ‘€œci sei’€ o ‘€œcmq’€ invece di ‘€œcomunque’€ potrebbero avere i giorni contati.
StupidFilter, installato sul server di un sito web, esaminerà  i messaggi, individuando le sgrammaticature forzate dei messaggi inseriti, e segnalerà  il fatto all’€™autore, invitandolo a correggere il testo inserito. Addio allo ‘€œspam’€ lessicale, alle ripetizioni eccessive, ai post inutili o privi di senso.

Certamente il progetto sarà  difficile da realizzare (attualmente non sappiamo quante lingue saranno coinvolte) vista l’€™intrinseca complessità  del linguaggio e della scrittura; il responsabile Gabriel Ortiz si aspetta anche futuri tentativi di aggirare il filtro.
Di sicuro molti naviganti vedranno il programma come un attentato alla loro libertà  di espressione; altri invece tireranno un sospiro di sollievo, certi che un prodotto di tale tipo potrà  contribuire a tenere alto il livello (linguistico) degli interventi online.

Il progetto sta anche raccogliendo anche utenti interessati a contribuire al progetto; utenti naturalmente selezionatissimi: dovranno infatti passare un esame di grammatica online e inviare una lettera di presentazione, tutto in lingua inglese.
Chi volesse provare, può collegarsi alla pagina ufficiale dello StupidFilter Project.