Yahoo risponde all’attacco di Icahn

di |
logomacitynet696wide

Yahoo respinge le accuse di Icahn che ne vuole prendere il controllo per ristabilire le trattative con Microsoft. Il presidente del colosso di Internet: “Microsoft ha abbandonato il tavolo delle trattative perché non era realmente interessata ad andare fino in fondo”

Yahoo non ci sta e respinge le accuse e i propositi del miliardario Carl Icahn che si appresta a lanciare una scalata ostile per consegnare la società  nelle mani di Microsoft.

In una lettera aperta indirizzata a Icahn, Roy Bostock presidente di Yahoo! comunica che azienda, direzione e azionisti hanno rifiutato in modo unanime l’offerta iniziale di Microsoft. Quest’ultima avrebbe sotto stimato il valore reale di Yahoo!, inoltre Redmond avrebbe rifiutato di prendere in considerazione prezzi di acquisto più elevati, questo fino alle fasi finali delle trattative.

L’offerta fatta a voce di 33 dollari per azione, più volte ribadita anche dal Ceo Steve Ballmer in occasione di numerosi suoi interventi in conferenze in diverse nazioni di tutto il pianeta, non sarebbe mai stata mai formalmente proposta per iscritto.

In sostanza secondo il presidente di Yahoo! Carl Icahn avrebbe male interpretato desideri e necessità  delle due aziende giudicando infine inutile e fuori luogo l’operazione di proxy fight avviata dal miliardario proprio nell’ottica di ristabilire le trattative con Microsoft.

Carl Icahn intende sfruttare i 59 milioni di azioni Yahoo! in suo possesso per scalzare l’attuale consiglio di amministrazione e sostituirlo con uno composto da 10 persone di fiducia del miliardario, proprio allo scopo di riaprire le trattative con Redmond.