Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone Software » 7 app iPhone e iPad per collaborare con Android, Mac e PC

7 app iPhone e iPad per collaborare con Android, Mac e PC

Al giorno d’oggi, lavorare nel mondo IT spesso significa avere la necessità di condividere più file al giorno con i propri colleghi. Nonostante la mail rappresenti ancora oggi la scelta più rapida per inviare un file ai membri del nostro gruppo di lavoro, avere uno strumento in grado di condividere automaticamente più file compresi i relativi aggiornamenti applicati sullo stesso, potrebbe essere la soluzione migliore.

Macitynet li ha provati e confrontati tutti in modo da poter dare un giusto giudizio ad ognuno di essi, ed attraverso questo articolo vi propone una lista esplicativa degli 7 migliori servizi che ci permettono di condividere con facilità tutti i file (documenti, foto, video, tabelle, presentazioni, ecc.) con i nostri amici, parenti e colleghi di lavoro dai nostri iPhone e iPad.

Dropbox

Dropbox è forse il servizio di file sharing più popolare. Offre 2 GB di spazio gratuito iniziale -forse pochi rispetto ai GB di partenza offerti da altri servizi, ndr- ma permette di aggiungere per sempre 500 MB per ogni amico che si iscriverà attraverso il nostro invito. Non c’è nessun limite di inviti, quindi più persone invitate, e più spazio regalerete sia a voi stessi che ad i vostri amici. A tal proposito, nel caso non foste ancora iscritti, vi invito a farlo attraverso l’invito disponibile a questo link in modo da ricevere entrambi fin da subito 500 MB di spazio aggiuntivi.

Se invece si vuole avere subito più spazio di archiviazione, Dropbox permette di acquistare pacchetti mensili (a partire da 9.99$) o annuali (a partire da 99$) per espandere lo spazio fino a 500 GB.

Il servizio ci permetterà di archiviare tutti i nostri file, creare una o più cartelle da condividere con uno o più utenti con la possibilità di attivare i permessi per ciascuno di essi, in modo da decidere il livello di interazione con i nostri colleghi: potremo decidere chi può soltanto “leggere” i file, e chi invece può modificarli o cancellarli del tutto. Ogni modifica, una volta salvato il file, viene aggiornata in tempo reale su tutte le cartelle dei nostri collaboratori, e di conseguenza su tutti i dispositivi nel quale è installata l’applicazione.

Se invece vogliamo condividere un file o una cartella con un nostro amico che non è iscritto al servizio, potremo generare un link in modo da permettergli di visualizzare e salvare tutti i file con un solo click. Unica nota dolente: per aggiungere collaboratori fissi, è necessario gestire il tutto dal sito web ufficiale attraverso browser desktop.

foto-002 foto-022 foto-007

Google Drive

Google Drive è il servizio di cloud sharing dell’omonima azienda che fornisce fin da subito tutti gli strumenti necessari per poter collaborare con i propri colleghi. L’iscrizione al servizio prevede 15 GB di spazio gratuiti iniziali, con la possibilità di acquistare pacchetti mensili a partire da 4.99$ per espandere lo spazio fino a 200 GB.

In Google Drive potremo archiviare qualsiasi tipo di file (ciascuno può pesare fino a 10 GB), e l’applicazione per iOS integra la possibilità di aprire e modificare documenti (.doc) e tabelle (.xls) direttamente dall’app stessa: in questo modo potremo aggiornare tabelle in collaborazione con i nostri colleghi e salvare il tutto in tempo reale, senza dover scaricare il file sul proprio dispositivo, modificarlo e ricaricarlo dentro la cartella (o inviarlo per mail).

Qui avremo maggiori possibilità di personalizzazione rispetto a Dropbox: potremo infatti aggiungere collaboratori direttamente dall’applicazione stessa, oltre a copiare il link per condividere qualsiasi file o cartella con utenti che non hanno un account Google.

foto-017 foto-009 foto-004

Box

L’iscrizione al servizio prevede 10 GB di spazio gratuiti iniziali, con la possibilità di caricare file della dimensione massima di 250 MB. Se si vuole più spazio, è possibile acquistare il pacchetto annuale da 89,99€ che incrementa lo spazio fino a 100 GB totali, e la dimensione massima per ogni file fino a 5 GB.

L’applicazione non permette di modificare i documenti e le tabelle come in Google Drive, ma ci consentirà di editare file di testo più semplici (.txt). L’app include inoltre la possibilità di rendere disponibili uno o più file anche in offline, scaricandoli nel nostro dispositivo: in questo modo potremo avere accesso a qualsiasi file o cartella contenuti all’interno del nostro account anche quando non è disponibile una connessione ad internet.

foto-006 foto-005 foto-013

OneDrive

OneDrive è il servizio di cloud storage di Microsoft, precedentemente sotto il nome di SkyDrive. Non è possibile iscriversi dall’applicazione, ma è necessario recarsi su https://onedrive.live.com/ ed effettuare la registrazione tramite browser, che prevede 7 GB di spazio gratuito iniziali con la possibilità di espanderlo attraverso abbonamento annuale a partire da 19€ per 50 GB fino a 74€ per 200 GB aggiuntivi (potremo anche acquistare l’abbonamento annuale ad Office 365 insieme a 20 GB aggiuntivi a 99€/anno). Come in Dropbox, anche qui c’è la possibilità di aggiungere 500 MB per ogni amico che si iscrive attraverso il nostro invito.

La modifica di documenti e tabelle può essere effettuata soltanto combinando OneDrive all’applicazione ufficiale Office Mobile (richiede abbonamento annuale ad Office 365); dall’applicazione potremo inoltre facilmente gestire i collaboratori che potranno accedere e modificare qualsiasi file o cartella.

foto-015 foto-012 foto-011

Hightail

Il servizio prevede 2 GB di spazio gratuito iniziale, con la possibilità di aggiungere GB ILLIMITATI per 14,49€ al mese (massimo 2 GB per ogni file).

In questo caso non è possibile condividere un file o una cartella con più collaboratori, ma integra comunque la possibilità di condividere un link pubblico permettendo così ai nostri colleghi di scaricare il file. Supporta documenti, tabelle, file di testo e molto altro, integrando la possibilità di aggiungere una firma digitale per ciascuno di essi: molto comodo se dobbiamo firmare un documento o un PDF e stamparlo o inviarlo per email a qualcuno.

Potremo scaricare i file per poterli visualizzare anche in offline ma non potremo in alcun modo modificarli dall’applicazione come accade invece in Google Drive.

foto-021 foto foto-016

OneHub

Anche qui la registrazione può essere effettuata solo tramite web https://onehub.com/ ed è forse il servizio più indicato per ambienti lavorativi. Il servizio è gratuito per 14 giorni, superati i quali sarà necessario attivare uno dei due abbonamenti disponibili: il primo, con 99.95$ al mese, offre GB ILLIMITATI, accesso a 5 utenti diversi (15$ al mese in più per ogni utente aggiuntivo) ed altre utili funzioni come la sincronizzazione desktop, supporto FTP, possibilità di aggiungere watermark ai propri file ed un elevato livello di protezione dei file; il secondo, per 29.95$ al mese, include 1 TB di spazio di archiviazione, accesso a 3 utenti (10$ per ogni utente aggiuntivo) e soltanto la sincronizzazione desktop.

Supporta qualsiasi tipo di file, con la possibilità di condividerlo per mail o copiare il link da inviare (magari tramite messaggio) ad un proprio collaboratore (oltre che ovviamente dare accesso ad un file o una cartella ad altri utenti): l’unica pecca è l’impossibilità di modificare un file dall’applicazione stessa.

foto-018 strumenti collaborazione ios

MediaFire

Il servizio offre 10 GB di spazio gratuito iniziali con la possibilità di espanderli fino a 50 GB attraverso gli inviti. Per maggiore spazio aggiuntivo, sono disponibili abbonamenti mensili da 2.49$ al mese per 100 GB e 24.99$ al mese per 1 TB.

Anche qui potremo gestire qualsiasi tipo di file, condividerlo per SMS o email nonché tramite link pubblico.

foto-010 foto-019

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità