HomeiOSil mio iPhoneAccessibilità iOS: cosa c’è di nuovo in iOS 8

Accessibilità iOS: cosa c’è di nuovo in iOS 8

NVApple.it è un progetto italiano che nasce da un connubio di esperienze, passioni e competenze legate all’uso dei prodotti di Cupertino che prevedono di serie tecnologie assistive onboard (trovate una nostra intervista con il gruppo a questo indirizzo). A chi meglio di loro chiedere quali sono le novità di iOS 8 sul fronte accessibilità?

Dal 2009 ad ora, spiega NVApple, la Casa di Cupertino con ogni rilascio di iOS ha fatto dei passi avanti più o meno evidenti per quanto riguarda le funzioni di accessibilità. E anche per questa release, le novità non sono mancate, segno che Apple ha sempre intenzione di investire, e molto, sull’accessibilità, nonostante forse alcuni utenti con disabilità possano aver perduto fiducia a causa dei molti errori presenti in iOS8, a volte noiosi e a volte addirittura bloccanti.

Vediamo ad ogni modo cos’è cambiato in meglio su iOS8 per le persone con disabilità.

Pronuncia schermataDisabilità visiva – Pronuncia schermata (si trova in Impostazioni -> Generali -> Accessibilità -> Voce -> Pronuncia schermata).
Utile per persone con disabilità visiva o affette da dislessia: scorrendo sullo schermo con due dita dall’alto al basso, dopo aver attivato questa opzione, l’iDevice leggerà la schermata corrente; se si è dentro un libro di iBooks, potrà leggere l’intero libro tutto di seguito. E per spegnere la lettura, si potrà usare il comando “interrompi” situato su barra in alto, o per utenti VoiceOver il magic tap, doppio tocco con due dita.

Per usare la pronuncia schermata anziché la lettura di VoiceOver su un libro iBooks, anziché fare lo scorrimento con due dita dall’alto al basso nel punto in cui il libro inizia, lo si farà dalla barra di stato, dove si trova per esempio lo stato Wi-Fi o della carica batteria. Unico inconveniente, sembra che per ora il Pronuncia schermata usi solo la voce di qualità più bassa e non la premium, nonostante quest’ultima sia stata impostata come voce predefinita.

Usare Siri senza premere il tasto home.
Con il telefono attaccato alla corrente (ma funziona anche con batterie esterne o cover con batteria integrata) basterà dire: “Ehi, Siri” e l’assistente vocale si metterà in ascolto, pronto a ricevere i comandi.

StranizzadamuriSiri riconosce e acquista musica
Grazie alla collaborazione con Shazam, si può chiedere a Siri: “Che canzone è?” mentre ascoltiamo un brano da una sorgente esterna come lo stereo o l’autoradio. Il sitema leggerà titolo e autore, noi possiamo rispondere: “Acquista brano” dirottandoci sull’iTunes store. Stesso meccanismo per le ricerche in App store e in iBookstore. Cercando ad esempio un libro giallo, andremo direttamente sulla categoria Misteri e gialli di iBooks senza dover per forza sfogliare.

Miglioramenti VoiceOver
Attenuazione audio: nelle impostazioni di VoiceOver c’è un’opzione nuova nella voce “rotore”, ovvero i controlli configurabili ruotando le dita sullo schermo. L’attenuazione audio consente di attivare o disattivare la possibilità di abbassare i volumi della musica -o altro audio- quando parla VoiceOver, per dare a VoiceOver maggior risalto e far sì che non copra la musica. Se invece si vuole che la musica prevalga, attenuazione audio va disattivato.
Piè di pagina: la parola footer, tradotta come “piè di pagina”, è stata associata ai testi di spiegazioni nelle impostazioni di Apple e di molte app, in modo che si capisca che si tratti di un testo leggibile e non di un controllo con cui interagire

Notifiche silenziose in lettura
VoiceOver non legge le notifiche di nuovi tweet, Whatsapp, giochi e app terze mentre si sta leggendo un testo tramite il comando di lettura continua, eccezion fatta per gli SMS. Perdita delle notifiche? No, stanno tutte nel centro notifiche.

Azioni arricchite in mail
Facendo un semplice swipe in alto o in basso sopra una mail chiusa, è ora possibile oa agire rapidamente per contrassegnarla come letta/non letta, eliminarla, archiviarla, o segnarla come importante.

Tocco diretto
Una nuova modalità di scrittura nella tastiera qwerty, che può rendere veramente veloci a scrivere se si ha una buona manualità. Per capire com’è fatta, un utente, Tommaso Nonis, ha preparato un bel podcast (lo trovate qui) La Tastiera Braille usa le potenzialità del multitouch per riprodurre le lettere in alfabeto braille nei campi di testo in modo che le dita formino la lettera e la digitano. In italiano sembra non essere ancora completa la tastiera, ma per chi sa bene il Braille è un ottimo metodo di scrittura.

Tasti singoli per la navigazione veloce
Per utenti Voiceover e di display braille è possibile navigare nelle pagine web usando lettere singole per passare ai vari controlli: “h” per intestazioni, “l” per link, e così via.

Gira pagina in automatico per il Braille
la sintesi vocale mentre si legge un libro va già in automatico alla pagina successiva, fino a che non la si ferma. Ora dalle impostazioni di voiceover è possibile farlo fare anche al display braille.

Monitoraggio in mappe (sperimentale)
Attivando in mappe l’opzione Monitoraggio, l’app pronuncerà le intersezioni (incroci) mentre si cammina

Multimedia: supporto alle audiodescrizioni nativo
Tradotto come “descrizioni video”, questo interruttore permette di dare alta priorità alle audiodescrizioni dove disponibili. Ovvero le descrizioni delle scene senza dialogo nei film, nelle presentazioni o nei documentari, da parte di una voce fuori campo (in Italia è rarissimo trovare audiodescrizioni fatte secondo standard).

Instradamento audio chiamate
È possibile impostare il telefono affinché instradi automaticamente l’audio delle telefonate ricevute sullo speaker viva voce o su cuffie/auricolari.

Opzione scala di grigiCambiamenti per l’ipovisione
Per l’ipovisione anche sono stati fatti dei cambiamenti: ora zoom può seguire il cursore man mano che si sposta, si può attivare un controller, joystick virtuale, che permetta di agire su zoom mentre si è in una qualsiasi schermata, si può scegliere la scala di grigi, oltre che avere l’opzione testo in grassetto, ora spostata su schermo e luminosità anziché su accessibilità, che una volta attiva, abilita i colori del testo anche alla schermata home.

Per la lingua inglese e per iPhone 5s e superiori è stato aggiunto anche un nuovo text-to-speech per VoiceOver e il tts interno di iOS (Siri escluso). Alex, voce già conosciuta nei Mac. Per ora in Italia non se ne parla ma nulla esclude che in futuro possano aggiungere voci di qualità più alta di quella attuale anche per le altre lingue.

In conclusione, c’è stato molto lavoro anche in iOS8 nel campo accessibilità, si spera che vengano presto corretti tutti gli errori, rilevati e segnalati da molti gruppi di lavoro di persone ipo e non vedenti, in Italia e all’estero, che si sono attivati per testare e dare feedback.

Offerte Speciali

CyberMonday arrivano gli iPhone 13 Pro in pronta spedizione

iPhone 13 Pro Max, sconto da 125 euro su Amazon anche a rate senza garanzie ed interessi

Su Amazon il top degli iPhone 13 Pro, il 13 Pro Max da 1 TB scende al minimo. Risparmiate 125€
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,935FollowerSegui