Apple Pay manca l’Italia per un soffio: domani arriva in Spagna

Apple Pay approderà in Spagna, se tutto va secondo le indiscrezioni, già domani, almeno per tutti i clienti del Banco Santander. L’espansione continua e si avvicina sempre più anche all’Italia

Ufficializzato l’arrivo di Apple Pay in Spagna entro l’anno dalla stessa Apple durante la scorsa WWDC, la redazione di Applesfera riporta in queste ore che il debutto è atteso per la giornata di domani, giovedì primo dicembre, per tutti i clienti del Banco Santander.

Il sistema di pagamento mobile di Apple Pay, riporta la testata spagnola, arriverà con certezza nella giornata di domani. Le fonti di Applesfera non sono state diramate in pubblico, ma si tratterebbe di persone a conoscenza de lancio: salvo novità e modifiche dell’ultimo minuto, Apple Pay sarà ufficiale in Spagna domani.

Le fonti, specifica il sito, sono addirittura interne alla banca spagnola, ragion per la quale non ci sarebbe motivo di dubitare della veridicità; altre banche nella stessa penisola iberica, accoglieranno la piattaforma in un secondo momento. Attualmente disponibile in 12 paesi, Australia, Canada, Cina, Francia, Hong Kong, Giappone, Nuova Zelanda, Russia, Singapore, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti, nella giornata di domani potrebbe, dunque aggiungersi la Spagna, ultimo paese ad ottenere il supporto entro l’anno.

La speranza per Apple è che il rilascio in Spagna possa non subire intoppi, come invece avvenuto in Australia, dove le banche hanno richiesto il pieno accesso al modulo NFC: attualmente, la Commissione australiana per la concorrenza e la tutela dei consumatori ha per il momento respinto la proposta di alcune banche che avrebbe permesso loro di trattare con Apple i termini delle soluzioni di pagamento offerti a terze parti per proporre loro soluzioni su iPhone.

Si tratta, comunque, di un momento importante per lo sviluppo di Apple Pay: oltre all’ingresso della Spagna nel circuito, il lancio degli ultimi Macbook Pro con Touch ID potrebbe spingere la piattaforma di pagamento mobile ideata da Cupertino.  L’avanzata non è comunque tra le più veloci e il servizio deve ancora essere abilitato in paesi importanti, come ad esempio l’Italia, dove il lancio è comunque previsto a breve.

apple pay in giappone 2