fbpx
Home Macity Hardware Apple ARM punta ai 64bit per super smartphone e server: AMD potrebbe essere...

ARM punta ai 64bit per super smartphone e server: AMD potrebbe essere interessata?

Con i processori Atlas e Apollo, ARM prosegue con il piano di portare le nuove CPU a 64bit ARMv8 negli smartphone top di gamma, nei server e non solo. Oltre ad Apple, Texas Instruments, Qualcomm e ai clienti attuali ora anche AMD potrebbe essere interessata all’architettura ARM per realizzare processori: il cambio di rotta dall’architettura storica X86 è stato presentato da Mark Papermaster, ex dirigente di Apple.

ARM ha annunciato al mondo la propria architettura a 64bit lo scorso mese di novembre: gli ARMv8 potranno eseguire codice scritto per i processori ARM precedenti a 32bit, inoltre in modalità a 64bit forniranno prestazioni superiori e funzioni specifiche per sicurezza e virtualizzazione. I dettagli dei processori saranno pubblicati successivamente nel corso di quest’anno, per ora sono noti solamente i nomi in codice di due CPU: Atlas e Apollo. Oltre agli smartphone più veloci e costosi gli ARMv8 sono stati progettati per i server a basso consumo ma è già ipotizzabile l’impiego anche in sistemi desktop e notebook a basso consumo. Di pari passo con la sperimentazione delle prime CPU a 64bit ARM sta proseguendo con lo sviluppo dei software necessari per supportate e velocizzarne l’adozione: è già disponibile una versione di Ubuntu per sistemi ARMv8 e presto sarà rilasciato anche Red Hat.

ARM disegna l’architettura dei processori ma affida la costruzione ad altre società: in generale chi paga per usare in licenza l’architettura ARM personalizza i processori così come Apple fa ormai da anni per le proprie CPU Apple A4, Apple A5 e prossimamente con l’atteso nuovo Apple A6 che con ogni probabilità permetterà il funzionamento di iPad 3 atteso entro la primavera. I processori ARM funzionano sulla stragrande maggioranza di telefoni cellulari, smartphone e tablet in circolazione. Tra i clienti più famosi di ARM oltre a Cupertino ricordiamo Texas Instruments, Qualcomm, Samsung, Nvidia e moltissimi altri ancora.

La novità degli ultimi giorni è che anche AMD potrebbe rientrare nell’elenco dei clienti di ARM. La concorrente storica di Intel infatti ha sempre concentrato il proprio catalogo prodotti su processori X86 e, nelle ultime CPU, anche su modelli ibridi che integrano anche la scheda video ma pur sempre basati su architettura X86. Ora con la nuova via battezzata Heterogeneous System Architecture (HSA) AMD può implementare tecnologie e set di istruzioni di terze parti, inclusi teoricamente anche quelli di ARM. Per ulteriori dettagli sulla HSA di AMD e la possibilità di ottenere in licenza l’architettura ARM rimandiamo a questo articolo di Macitynet.
ARM schema ARMv8 64bit

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

MacBook Pro M1 scontato a 1599 euro per la versione 512GB (uno solo disponibile)

Su Amazon per la prima volta va in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 110 euro sul listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,985FansMi piace
93,611FollowerSegui