fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Biden interverrà contro la carenza globale di chip

Biden interverrà contro la carenza globale di chip

L’amministrazione Biden sta pianificando «Passi aggressivi» per alleviare la carenza globale di semiconduttori, stando a quanto riferisce Bloomberg, così rispondendo con i fatti alla lettera aperta firmata, tra le altre, anche da Qualcomm e Intel. La carenza di chip ha avuto un impatto sull’industria automobilistica e ha contribuito alla scarsità di console di gioco di prossima generazione. Anche oggi, reperire sul mercato Xbox Series e PS5 sembra un miraggio. Secondo le previsioni degli analisti la carenza di chip e componenti fondamentali potrebbe colpire anche gli smartphone.

Il presidente Biden dovrebbe firmare un ordine esecutivo così da imprimere una revisione della catena di approvvigionamento a livello governativo per i beni critici già nelle prossime settimane, con la carenza di chip che naturalmente rappresenta una preoccupazione centrale. Tra le priorità dell’amministrazione c’è quella di «Identificare i punti di strozzatura nelle catene di approvvigionamento» per alleviare le attuali carenze.

A lungo termine, secondo la CNBC, la Casa Bianca potrebbe anche creare nuovi incentivi per portare la produzione di chip negli Stati Uniti. Ricordiamo che i massimi dirigenti dei produttori di chip, tra cui Intel, AMD e Qualcomm, hanno esortato l’amministrazione Biden a finanziare tali iniziative, sebbene non sia chiaro esattamente quale forma potrebbero assumere gli incentivi.

Uno dei primi compiti di Joe Biden sarà quello di spezzettare Facebook?

Arriva così la risposta alla lettera di poche ore fa, con la quale le grandi aziende statunitensi sottolineavano come la quota USA di produzione di semiconduttori fosse scesa dal 37% nel 1990 al 12% di oggi, puntando il dito contro l’inerzia dei governi procedenti, mentre i concorrenti globali sono stati storicamente in grado di accedere a incentivi e sussidi significativi per attrarre nuovi impianti di produzione di semiconduttori.

È interessante ricordare che un recente rapporto ha affermato che Intel ha già esternalizzato parte della sua fabbricazione di chip a TSMC. In particolare per Intel, il futuro sembra impegnativo poiché ha perso il business di Apple con il passaggio dei suoi Mac al chip Apple Silicon personalizzati.

A proposito, per tutti gli articoli di macitynet che parlano dei Mac ARM con processore Apple Silicon M1 si parte da questa pagina. Tutto quello che c’è da sapere sul primo processore Apple per Mac è in questo articolo.

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro minimo storico: solo 159,98 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano in sconto e ora li "rubate": solo 159,99 euro, quasi 100 euro meno del prezzo Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,193FollowerSegui