fbpx
Home Tutorial e FAQ Cavi per MacBook con porta Thunderbolt 3/USB-C, attenti a usare quelli giusti

Cavi per MacBook con porta Thunderbolt 3/USB-C, attenti a usare quelli giusti

I cavi per MacBook con porta USB-C/Thunderbolt 3 (attacco USB-C) devono essere quelli giusti ed è necessario utilizzare non solo l’alimentatore corretto ma anche il cavo appropriato. Il MacBook da 12″ si ricarica usando il suo alimentatore USB-C da 29W; i MacBook Pro 13″ 2017 con l’alimentatore USB-C da 61W e i MacBook Pro 15″ 2016/2017 con l’alimentatore da 87W, i più recenti MacBook 16″ si ricaricano con un alimentatore da 100W .

Gli alimentatori sono in teoria intercambiabili (con quelli da 87W e 100W destinato ai MacBook Pro è possibile caricare anche i MacBook) ma ovviamente quelli che forniscono meno watt impiegheranno più tempo a caricare la macchina e in alcuni casi potrebbero anche non caricare la batteria (o farlo molto lentamente).

Apple raccomanda di utilizzare non solo il giusto alimentatore ma anche la versione corretta del relativo cavo di ricarica USB-C. I cavi originali Apple si riconoscono per le sigle riportate su di essi: se i primi tre caratteri del numero di serie sono C4M o FL4, il cavo è pensato per essere utilizzato con l’alimentatore USB-C Apple da 29 W. Se i primi tre caratteri del numero di serie sono DLC o CTC, il cavo deve essere utilizzato con l’alimentatore USB-C Apple da 61 W o 87 W.

cavi per MacBook con porta Thunderbolt 3
Cavo USB‑C per la ricarica: per ricaricare il MacBook Pro, basta collegare un’estremità del cavo USB‑C per la ricarica a qualsiasi porta Thunderbolt 3 su MacBook Pro e l’altra estremità all’alimentatore da 61 W (per i modelli di MacBook Pro da 13”) o a quello da 87 W (per i modelli di MacBook Pro da 15”).

Un cavo USB-C standard offre fino a 3 ampere o 60 W con una tensione di 20 V (quella massima in USB-C). Un cavo USB-C specifico per la ricarica supporta 5 ampere o 100 W. È fondamentale usare cavi USB-C di qualità. Cavi realizzati male, non modulano la quantità di corrente che passa da un dispositivo all’altro con il rischio di creare danni irreparabili, se non con una riparazione in assistenza. Per evitare problemi, non usati cavi USB-C generici a basso costo e se necessario acquistate quelli certificati USB e garantiti (solitamente su questi è riportato il logo del consorzio USB). Cavi di bassa qualità non seguono determinasti standard e non contengono i componenti in grado di limitare la corrente richiesta al dispositivo.

Su Mac è possibile ottenere informazioni sul dispositivo di ricarica dal System Profiler. Basta aprire il menu Mela, selezionare la voce “Informazioni su questo Mac” e fare click su “Resoconto di Sistema”. Dall’utility in questione è possibile selezionare (sulla sinistra) “Energia”: sulla destra appaiono varie informazioni, inclusi dettagli sull’Alimentazione e sul dispositivo di ricarica (incluso in wattaggio).

Informazioni sulla ricarica

A proposito di alimentatori USB-C di Apple, una buona notizia è che gli iPhone più recenti possono essere ricaricati velocemente usando questo accessorio. iPhone 8 e iPhone supportano la ricarica veloce, funzionalità che consente di ricaricare il dispositivo fino al 50% in 30 minuti. Per fare questo è possibile utilizzare gli alimentatori USB‑C Apple (modello A1540 da 29W, modello A1718 da 61W o il modello A1719 da 87W).

Apple offriva fino ad iPhone 11 un alimentatore di serie da 5W ma chi possiede già un MacBook con USB-C può sfruttare l’alimentatore del computer in abbinamento ad un cavo da USB-C a Lightning (un capo da collegare alla porta USB‑C o Thunderbolt 3 del Mac, l’altro all’iPhone).

Per trovare un elenco dei migliori alimentatori per iPhone e iPad alternativi a quelli di Apple vi rimandiamo a questa pagina.

La Casa di Cupertino spiega che è possibile abbinare il cavo USB-C/Lightning a un alimentatore Apple USB‑C da 29W, 61W o 87W per caricare il proprio dispositivo iOS e per utilizzare la funzione di ricarica veloce di iPad Pro, iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X. In pratica si può fare con l’alimentatore di qualsiasi MacBook 12″, MacBook Pro 13″ – Thunderbolt 3 (USB-C), MacBook Pro 15″ – con la porta Thunderbolt 3 (USB-C) dell’iMac 21,5″ – Thunderbolt 3 (USB-C) e con la porta Thunderbolt 3 (USB-C) dell’iMac 27″.

Il cavo USB-C originale Apple per la ricarica di lunghezza 2m costa circa 25 € su Amazon.

Su macitynet trovate centinaia di tutorial per Mac, iPhone e iPad: partite da questa pagina.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,883FansMi piace
93,611FollowerSegui