Code Mooc, un corso gratuito per introdurre il pensiero computazionale a scuola

Code Mooc è un corso gratuito per insegnanti che vogliono introdurre il pensiero computazionale in classe. Organizzato da EMMA – European Multiple Mooc Aggregator, un team per la formazione digitale del quale fanno parte diverse università europee, il corso online per il coding è rivolto prima di tutto agli insegnanti italiani e ha come obiettivo […]

code mook

Code Mooc è un corso gratuito per insegnanti che vogliono introdurre il pensiero computazionale in classe. Organizzato da EMMA – European Multiple Mooc Aggregator, un team per la formazione digitale del quale fanno parte diverse università europee, il corso online per il coding è rivolto prima di tutto agli insegnanti italiani e ha come obiettivo quello di aiutare i professori del Bel Paese a introdurre il pensiero computazionale in classe attraverso il coding utilizzando attività intuitive e divertenti, lontanissime dai tradizionali problemi dettati in aula dalla maestra.

Il corso Code Mooc si svolge interamente online ed è tenuto da Alessandro Bogliolo, coordinatore della School of information Science and Technology dell’Università di Urbino, coordinatore della Europe Code Week nel 2015. Le lezioni saranno sei e incominceranno il 25 gennaio e termineranno il 18 aprile: dopo un primo appuntamento dedicato alla presentazione del corso e del metodo, Bogliolo affronterà i temi “Il linguaggio delle cose”, “L’ora di codice e il labirinto”, “Il corso introduttivo di Code.org”, “Creare e condividere con Scratch”, “Il pensiero computazionale in pratica”. La frequenza del corso e il superamento delle prove in itinere saranno certificati. Al termine del corso gli insegnanti e gli alunni avranno acquisito in modo pratico e diretto gli elementi base del pensiero computazionale e saranno in grado di applicarlo agli ambiti disciplinari di proprio interesse.

Possono partecipare tutti gli insegnanti: non occorre essere degli informatici.

“Quando affrontiamo un problema o abbiamo un’idea, spesso intuiamo la soluzione ma non siamo in grado di formularla in modo operativo per metterla in pratica. Il pensiero computazionale è proprio questo, la capacità di immaginare e descrivere un procedimento costruttivo che porti alla soluzione. Come imparare a parlare ci aiuta a formulare pensieri complessi, così il pensiero computazionale ci offre strumenti ulteriori a supporto della fantasia e della creatività”, spiega Bogliolo nella sua presentazione del corso. Tutti gli obiettivi didattici del corso Code Mooc si trovano qui, e per le iscrizioni occorre fare riferimento a questo link.