Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Hardware e Periferiche » HomePod 2, ecco come smontarlo e cosa trovate dentro

HomePod 2, ecco come smontarlo e cosa trovate dentro

L’Homepod 2, lanciato recentemente (e provato da noi qui) non è difficile da smontare e probabilmente non ne avrete mai bisogno, ma se per caso vi venisse la tentazione di farlo c’è un canale Youtube che vi guida e che ci mostra anche come è fatto all’interno. A svolgere l’operazione è Brandon Geekabit che messo mano ad alcuni semplici attrezzi è andato a scoprirne i dettagli.

Esternamente la differenza principale tra vecchio e nuovo modello è nei colori del tessuto a rete, i simboli “+” e il “-” visibili anche con il dispositivo spento nella superficie touch superiore che si illumina fino ai bordi; il cavo di alimentazione nel nuovo modello è rimovibile facilmente (nel vecchio si poteva fare tirando con forza il cavo).

Per lo smontaggio del dispositivo, bisogna rimuovere il coperchio appiccicato nella parte inferiore aiutandosi con un plettro o simile, rimuovere cinque viti Torx TR6, il pezzo di plastica tenuto in sede dalle viti e poi rimuovere due strati di tessuto a rete; a questo punto si passa al lato superiore per rimuovere otto gommini e accedere ad altrettante viti Torx T6; dopo la rimozione delle viti, la parte superiore (quella con il pannello touch) può essere rimossa facendo attenzione ad un connettore che bisogna scollegare delicatamente.

Il woofer collocato nella parte superiore del restante dispositivo, può essere rimosso facilmente dopo avere scollegato il connettore che lo collega alla scheda madre. Ricordiamo che L’HomePod di seconda generazione integra anche cinque tweeter in array con beamforming intorno alla base (il precedente modello aveva sette tweeter ma, a detta di chi ha avuto modo di sentirlo, non vi sono enormi differenze dal punto di vista della qualità rispetto a prima).

Dopo avere rimosso un inserto in gomma, si può rimuovere una piattina, svitare altre sei viti Torx, sollevare l’elemento centrale e passare alla scheda madre, accedendo a dissipatore, connettori altri componenti vari.

È qui che troviamo le componenti che servono per l’audio spaziale, il sensore di temperatura e umidità (può riconoscere gli allarmi dei rivelatori di fumo e monossido di carbonio) che lo rendono utile per la casa smart.

Ed è anche qui che risiede il chip S7 si occupa della gestione dell’audio computazionale e altra differenza rispetto al modello precedente è la presenza del sensore di temperatura e umidità integrato in grado di analizzare gli ambienti interni.

Insomma, l’HomePod 2 non è difficile da smontare (molti componenti potrebbero essere facilmente sostituiti da un tecnico) ma ovviamente tale operazione invalida la garanzia.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità