Craig Federighi «High Sierra supporterà il nuovo file system APFS sulle unità Fusion Drive»

Per ora High Sierra sfrutta il file system APFS di nuova generazione solo sulle unità Flash. Ma ora arriva la conferma di Craig Federighi: il supporto arriverà anche sui Mac con Fusion Drive con un aggiornamento

APFS

Pochi giorni prima di rilasciare High Sierra Apple ha precisato che il file system APFS di nuova generazione sarà installato e supporterà esclusivamente le unità SSD e Flash, questo per la prima versione definitiva pubblica, lasciando così ipotizzare un futuro supporto per altre unità in arrivo tramite update.

Ora arriva la conferma di Craig Federighi: interpellato via mail sull’argomento, il dirigente responsabile della divisione software di Cupertino per Mac e iOS, ha dichiarato che il supporto arriverà con un futuro aggiornamento di High Sierra, senza precisare però quale versione o le tempistiche. La dichiarazione via mail in risposta a un lettore è riportata dal sito statunitense MacRumors. Ricordiamo che il supporto di High Sierra anche per Fusion Drive era incluso nella prima beta per gli sviluppatori rilasciata a giugno in occasione della WWDC 2017.

apfs fusion drive high sierra fusion drive
Apple non ha dichiarato perché questo supporto è stato poi rimosso nelle versioni beta successive. Per chi si accinge a installare High Sierra la conversione al file system APFS avviene in automatico in presenza di Mac con storage interamente basato su Flash, sono invece esclusi sia i dischi fissi tradizionali sia le unità Fusion Drive. Queste ultime, disponibili come opzioni per iMac e Mac mini, sono composte sia da una parte di memoria Flash, dove vengono conservati i file a cui macchina e utente accedono più spesso, abbinato a un HDD tradizionale più capiente dove invece vengono salvati i file a cui si accede con meno frequenza.

In numerosi articoli Macitynet è entrata nei dettagli di APFS, sulle novità di High Sierra anche con un punto della situazione sulla compatibilità dei software più noti e diffusi da consultare prima di passare al nuovo macOS 10.13.