Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Elon Musk, come pagherà e cosa farà di Twitter

Elon Musk, come pagherà e cosa farà di Twitter

L’uomo più ricco del mondo attualmente non possiede i contanti necessari, ma senza dubbio troverà un modo per pagare il 100% di Twitter: ma la domanda principale che molti si stanno chiedendo è cosa farà Elon Musk e come cambierà il social sotto il suo controllo.

Tutto questo naturalmente se e quando il consiglio di amministrazione di Twitter approverà la generosa offerta di Elon Musk per l’acquisto del 100% della società per un controvalore di 43 miliardi di dollari. Dirigenti e amministratori hanno dichiarato che stanno prendendo in seria considerazione l’offerta di Musk e che decideranno nel migliore interesse di azionisti e investitori.

Tutto si può dire di Musk tranne che sia timido e di poche parole: dai suoi numerosi interventi e post su Twitter emerge che Musk vorrebbe il social Open Source e possibilmente con poca o addirittura nessuna moderazione. Idee che rimandano alla precedente era di Internet libero da tutti e per tutti, ma in contrasto con le valanghe di disinformazione, odio e insulti che hanno richiesto più volte l’intervento delle autorità e l’introduzione di filtri, controlli e limitazioni.Twitter cancella gli account inattivi cominciando dall’EuropaLa posizione di Musk è piuttosto chiara: da sempre attivissimo utente con post, risposte e larghissimo seguito di lettori, l’imprenditore non ha mai perso occasione per criticare e commentare le scelte di gestione e le policy del social. Per questa ragione non deve sorprendere che Musk abbia rifiutato un posto nel consiglio di amministrazione attuale: è molto probabile che i suoi piani richiedano cambiamenti così profondi che difficilmente il management approvi, a meno che sia Musk l’unico proprietario di tutto.

L’idea è semplice e allo stesso tempo radicale «Twitter è diventata una specie di piazza cittadina di fatto», per questa ragione Musk ritiene che le persone dovrebbero essere in grado di «Parlare liberamente entro i limiti della legge». Bello e facile da pensare, meno da mettere in pratica tra i leoni da tastiera. Il boss di Tesla, SpaceX e altre società di grande successo ribadisce il suo punto di vista rispondendo a domande dirette sui suoi piani per Twitter.

«Qualsiasi modifica ai tweet delle persone – se sono enfatizzati o sminuiti – quell’azione dovrebbe essere resa evidente» dichiara Musk. «Quindi chiunque può vedere che quell’azione è stata intrapresa, quindi non c’è alcun tipo di manipolazione dietro le quinte, né algoritmica né manuale». Minimo controllo, massima trasparenza. E poi la richiesta di ogni vero buon nerd, quale Musk è: gli algoritmi, il codice sorgente e il software della piattaforma dovrebbero essere tutti pubblicati su GitHub così che utenti, smanettoni e tutti i buoni nerd del mondo possano esaminarli personalmente.Elon Musk CEO di Apple, la richiesta choc è una bufala

In altri post e dichiarazioni Musk ribadisce che la moderazione dei contenuti dovrebbe essere ridotta al minimo, anche rischiando di sbagliare, ma sempre «Lasciare che il discorso esista». Infine anche il geniale e onnipotente Musk ammette i suoi limiti umani «Non sto dicendo che ho tutte le risposte qui».

Ma più che lasciar pensare a una possibile apertura al dialogo, con gli utenti o il management attuale, Musk sembra suggerire che senza dubbio prima o poi arriverà con un’altra delle sue trovate geniali. Nel frattempo però diversi dipendenti Twitter intervistati dal New York Times hanno dichiarato di essere preoccupati e costernati per la potenziale acquisizione di Musk.

Tutte le notizie di macitynet che parlano di Elon Musk sono disponibili qui.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Confronto iPhone 15 contro iPhone 14, quale scegliere

Su Amazon ancora ribassi per iPhone 15, ora al minimo storico con prezzo da 769€

Si allarga lo sconto su iPhone 15. Sono in promozione sia i modelli da 128 Gb che quelli di 256 Gb. Risparmio record fino al 21% e prezzi di 210 € sotto quelli consigliati da Apple.

Ultimi articoli

Pubblicità