Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » Foxconn costringe lavoratori malati a restare in fabbrica

Foxconn costringe lavoratori malati a restare in fabbrica

Non è un mistero che blocchi e disordini passati stiano costringendo Foxconn a recuperare terreno sulla produzione di iPhone 14 Pro: un recente rapporto, però, ipotizza che l’assemblatorore stia costringendo lavoratori positivi al Covid e malati di rimanere all’interno della fabbrica di Zhengzhou in Cina, con il rischio che inneschino nuovi focolai.

Dopo mesi di misure per limitare la diffusione del COVID tra tutta la sua forza lavoro, la più grande fabbrica di iPhone 14 Pro in Cina ha revocato la maggior parte delle sue restrizioni il 30 novembre scorso. Tuttavia gli sforzi di Foxconn per recuperare terreno dopo essere rimasto indietro, potrebbero continuare a mettere la forza lavoro a ulteriore rischio di infezione.

Alcuni dipendenti che hanno parlato con Rest Of World stanno affermando di aver contratto il virus dopo essere entrati in fabbrica. Tuttavia, invece di essere allontanati fuori dalle linee di produzione dopo aver mostrato i sintomi, alcuni hanno ricevuto l’ordine di continuare a lavorare all’interno delle linee di produzione.

La produzione iPhone 12 di Foxconn è su 24 ore a pieno regimeUn dipendente sostiene che molti dei suoi colleghi hanno lavorato anche con la febbre. Questi manifestavano sintomi di evidente malessere, tra cui problemi di respirazione; ciò nonostante, hanno trascorso 11 ore in fabbrica quello stesso giorno e ulteriori 10 ore il giorno successivo ai primi sintomi. Questo perché servono due giorni prima di poter ottenere l’esito del tampone.

Il supervisore avrebbe anche riferito ai dipendenti di evitare di essere controllati così da poter rimanere all’interno delle linee di produzione. Le politiche di Foxconn impongono a coloro che risultano positivi di allontanarsi dagli impianti di produzione e dai dormitori.

Adesso che le misure restrittive non esistono più all’interno della fabbrica, i lavoratori continuano a lavorare anche in caso di tosse e febbre. Non solo i lavoratori della linea di produzione, ma anche i dirigenti, a quanto pare, continuerebbero a lavorare in caso di malattia.

Dopo un periodo prolungato di disordini dei dipendenti causati dalla necessità di contenere e combattere il COVID, Foxconn sta cercando in tutti i modi di recuperare sulla linea di produzione, considerando la forte domanda di iPhone 14 Pro, che attualmente supera la quantità di terminali che Apple e Foxconn riescono a costruire.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità