fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Gli stabilimenti di Foxconn nel Wisconsin ancora vuoti ma non per il...

Gli stabilimenti di Foxconn nel Wisconsin ancora vuoti ma non per il coronavirus

Gli edifici di Foxconn nel Wisconsin – strutture presso le quali il più grande produttore di dispositivi elettronici e fornitore di Apple, avrebbe dovuto assumere personale per dare lavoro a 13.000 persone con operatività prevista entro il 2020 – continuano a essere vuoti e desolati.

A riferire che nulla è cambiato nel Wisconsin è The Verge. Già lo scorso anno il sito statunitense verificò che le strutture del Wisconsin destinate alla produttrice di componenti elettronici scoprendo una serie di edifici vuoti, con lavori molto lontani dall’essere terminati.

Con un evento in pompa magna, nel luglio del 2018 Donald Trump arrivò nella Regione dei Grandi Laghi per celebrare la costruzione di una maxi-fabbrica e altre strutture in cui Foxconn aveva promesso di investire 10 miliardi di dollari. L’azienda cinese aveva promesso la creazione nell’arco di alcuni anni di 13mila posti di lavoro con un salario medio di 54mila dollari l’anno.

Già a novembre 2018 emersero i primi problemi, evidenziando difficoltà nl trovare personale qualificato per il nuovo stabilimento ma assicurando che i piani di assunzione non cambiavano, anche perché alle assunzioni di lavoratori, ai loro salari e agli investimenti, erano legati aiuti economici offerti dalle autorità statali e locali; il Wisconsin, aveva promesso 3 miliardi di dollari in incentivi fiscali e di altro genere, e altri 764 milioni sarebbero arrivati da altre autorità locali.

The Verge ha verificato di nuovo la situazione e riferisce che in sostanza tutto è rimasto fermo. Foto della struttura nel comune di Eau Claire (capoluogo della contea omonima nello Stato del Wisconsin), mostrano gli interni in cemento nudo e materiale di costruzione messo da parte, in attesa di essere usato. Matt Jewel, professore di ingegneria che ha scattato alcune foto, riferisce di non avere notato nessuna attività nella proprietà.

Gli edifici di Foxconn nel Wisconsin continuano a essere vuoti e desolati
L’interno dell’iinnovation center Foxconn a Eau Claire ( Wisconsin) come si presenta ad aprile 2020. Foto: Matt Jewell/The Verge

Dei due edifici con vetrata di Eau Claire che dovevano essere usati come “innovation center”, uffici e strutture dedicate alla ricerca, solo uno è stato effettivamente acquistato da Foxconn e non risulta nessun permesso di costruzione per la trasformazione dell’altro edificio. Anche dall’Università del Wisconsin-Eau Claire, alla quale avrebbero dovuto “attingere” per reclutare personale, riferiscono che non vi sono novità. Tutti gli altri progetti che avrebbero dovuto nascere a Green Bay sembrano altresì bloccati, e Wendy Townsend, Project manager responsabile del Green Bay Department of Community and Economic Development, riferisce di non avere saputo più nulla da Foxconn.

La ricerca di autorizzazioni in altre città del Wisconsin (Madison e Racine) non ha evidenziato novità e l’unico segno di attività è stato notato a Mount Pleasant (città della Contea di Green), dove sta sorgendo una struttura molto più piccola rispetto a quella annunciata e dove avrebbero dovuto nascere display LCD.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB in forte sconto a 1319 euro; modello da 256 GB a 1049 €

MacBook Air 512 GB al minimo: solo 1289,90 euro

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: 1289,99 euro invece che 1529.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,790FansMi piace
93,849FollowerSegui