Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Voci dalla Rete » Google batte Apple e compra l’aggregatore Wavii

Google batte Apple e compra l’aggregatore Wavii

Google ed Apple si sono nuovamente affrontati per l’acquisti di una start-up: questa volta il terreno della battaglia è stato il controllo di Wavii, una piccola realtà specializzata nell’aggregazione e nella sintesi di notizie e aggiornamenti online.

In base a quanto riportato da TechCrunch l’acquisizione da parte di Google è avvenuta dopo uno scontro all’ultima offerta con Apple, che avrebbe voluto mettere le mani sulla tecnologia di Wavii per integrare gli algoritmi di aggregazione per le news e informazioni su una prossima versione di Siri: il team di Wavii sarebbe stato integrato con la divisione di Siri.

Apple però pare non fosse abbastanza convinta del valore di Wavii e ha deciso di non impegnarsi più di tanto per superare le offerte di Google, che si è aggiudicata “l’asta” con una cifra di circa 30 milioni di dollari. Il team di Wavii ora si unirà a quello dedicato al Knowledge Graph di Google.

L’aggregazione e l’aggiornamento di notizie in maniera automatizzata e intelligente sembra rappresentare la prossima frontiera di sviluppo della competizione online: giusto lo scorso mese Yahoo! ha acquistato la app Summly, specializzata nell’aggregazione di notizie online in formato intelligente, per la stessa cifra di 30 milioni di dollari.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità