Home Hi-Tech Audio / Video / TV / Streaming Grazie a Spotify ed Apple Music cresce l'indistria della musica, ma calano...

Grazie a Spotify ed Apple Music cresce l’indistria della musica, ma calano i supporti fisici

Grazie a servizi come Spotify ed Apple Music crescono i ricavi dell’industria musicale, con la naturale conseguenza che ad essere in calo, invece, risultano i supporti fisici e, ancor di più, i download digitali. Gli utenti, dunque, si abbonano per ascoltare musica in streaming, ma comprano sempre meno CD, vinili e anche musica digitale.

Più nel dettaglio, nel 2017 i ricavi dell’industria musicale negli Stati Uniti hanno fatto un balzo in avanti del 16,5 per cento per quanto concerne la vendita al dettaglio, e del 12,6 per cento per quella all’ingrosso, portando rispettivamente incassi di 8,7 e 5,9 miliardi di dollari. Una crescita quasi interamente attribuita dalla RIAA agli abbonamenti pagati alle piattaforme di streaming. Proprio da qui, infatti, arrivano 5,7 miliardi di dollari nel solo 2017, rispetto ai 4 miliardi del 2016 e ai 2,3 miliardi del 2015, anno in cui è stato lanciato Apple Music.

E così, come evidenzia anche la redazione di Appleinsider, i servizi di streaming musicale hanno rappresentato circa il 50 per cento delle entrate dell’intero settore musicale nel 2016. Ancor meglio lo scorso anni, quando secondo la RIAA, associazione americana dell’Industria discografica, le piattaforme di streaming musicale hanno raggiunto quasi i due terzi delle entrate del settore, rispetto agli acquisti fisici (17 per cento) e ai download digitali (15 per cento). La conseguenza della crescita di musica via streaming è duplice: non calano soltanto gli acquisti di supporti fisici, ma anche il download di musica digitale è in netto calo. L’avvento di Spotify, Apple Music e altre piattaforme simili ha comunque risollevato l’intero settore, tanto che il 2017 ha segnato, per la prima volta dal 1999, un nuova crescita dei ricavi. Ad ogni modo, i dati confermano quella vendetta del vinile sul digitale, anticipata nei giorni scorsi.

Ovviamente, le statistiche diffuse dalla RIAA non assegnano quote di mercato ai singoli servizi di streaming musicale, così che non è dato effettivamente sapere quali siano i ricavi derivanti da Apple Music. Ad ogni modo, il servizio Apple aveva raggiunto all’inizio di questo mese 38 milioni di abbonati, pronto a superare Spotify, almeno in USA, già durante la prossima estate.

Offerte Speciali

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

MacBook Air M1 256 GB nei colori argento e oro al minimo storico: 977 euro

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto che lo porta per la prima volta a 977 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,962FollowerSegui