Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » CasaVerdeSmart » Il nuovo caricatore wireless di IKEA è portatile

Il nuovo caricatore wireless di IKEA è portatile

Pubblicità

IKEA vende caricatori wireless dal 2015 ma fino ad oggi tutti, come del resto la gran parte di quelli di altri marchi che si trovano in commercio in questo momento, hanno bisogno di essere collegati alla rete elettrica per poter funzionare. L’azienda svedese invece ne ha appena lanciato uno della serie NORDMÄRKE che funziona a batteria.

Per il momento non si trova dappertutto e nel marasma di prodotti IKEA è anche difficile notarlo: a parlarne pubblicandone qualche immagine è il portale tedesco mobiFlip, che ne ha ottenuto uno da un lettore che lo ha comprato in un negozio di Colonia. Pare costi all’incirca 20 euro e sebbene non sia ancora disponibile online, la foto scattata al fondo del dispositivo ci permette di scoprire alcune delle specifiche tecniche. E purtroppo non brilla nelle prestazioni.

caricatore wireless ikea portatile

Dentro infatti c’è una piccola batteria da 6.500 mAh che ricarica tutti i dispositivi compatibili con la tecnologia Qi alla glaciale potenza di 5 Watt. Per altro in confezione non c’è né un caricatore né il cavo da abbinarci: questo significa che oltre a dover spendere altri soldi per dotarsi di tutto l’occorrente per ricaricarlo ed usarlo a pieno regime, considerata l’energia che viene dispersa durante la ricarica, senza collegarlo alla rete elettrica la percentuale di energia che si riuscirebbe ad aggiungere (molto lentamente) ad uno smartphone sarebbe decisamente ridotta.

caricatore wireless ikea portatile

C’è però una nota positiva: dentro c’è una batteria ricaricabile al litio di tipo 18650 che può essere sostituite dall’utente, quindi non solo è facile cambiarla quando a lungo andare perde le prestazioni, ma munendosene di più di una si può aumentare l’energia disponibile senza doverlo ricaricare subito. Per concludere, la ricarica – nonché l’uso del dispositivo tramite energia diretta – può avvenire tramite collegamento di un alimentatore alla presa USB-C posta su un lato del dispositivo, quello opposto al bordo lungo cui si trovano un pulsante per l’accensione e i quattro LED di notifica per conoscere a colpo d’occhio l’energia residua nel caricatore.

Ad ogni modo considerata la capacità, le prestazioni e il prezzo, ad oggi continuano ad essere più convenienti le powerbank, che hanno bisogno del collegamento via cavo ma che allo stesso prezzo assicurano maggiore autonomia e una ricarica più veloce.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

GLi AirPods Pro di 2ª generazione con ricarica USB-C

Per gli Airpods Pro è il minimo storico, solo 219€

Amazon abbassa il prezzo degli Airpods Pro 2 con USB-C, li pagate 219 €, il 21% meno del prezzo Apple e il minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità