Il supporto Beddit è adesso gestito completamente da Apple

Dopo l'acquisizione da parte di Apple, il supporto clienti Beddit rinvia adesso alle pagine ufficiali della Mela; chissà quali saranno gli impieghi futuri della tecnologia avanzata per il monitoraggio del sonno.

L’acquisto Apple di Beddit, produttore hardware e software conosciuto per la sua piattaforma dedicata a periferiche che si occupano di monitorare il sonno, ha un primo effetto tangibile sul supporto clienti. Basta, infatti, navigare fino alla sezione Contatti del sito Beddit per essere indirizzati alle pagine di supporto Apple.

Beddit è parte di Apple si legge nella pagina minimale dedicata al supporto clienti, e pertanto gli utenti vengono invitati a contattare direttamente la società della Mela per ottenere supporto. Già nelle passate settimane la società aveva aggiornato le indicazioni in materia di tutela della privacy sul sito web indicando specificatamente l’acquisizione da parte di Apple. Anche le indicazioni relative all’app per iOS sull’App Store sono state aggiornate, evidenziando la gestione dei dati da parte di Apple.

Dall’acquisizione di Beddit, Apple ha continuato a vendere l’hardware della società, in modo da poter raccogliere feedback e dati relativi al sonno da parte degli utenti. Non è ancora chiaro che cosa Apple abbia intenzione di fare con tale tecnologia, ma si ritiene che possa sfruttarla per HealthKit e CareKit e offrire funzionalità di monitoraggio del sonno più avanzate su Apple Watch o su dispositivi portatili futuri.

Attualmente, il monitor del sonno Beddit 3 è venduto sullo store online di Apple,dove può essere acquistato per 149,95 euro, e permette di controllare automaticamente i dati relativi al sonno, sincronizzati con l’app di Beddit disponibile per iPhone o iPad. Diversamente da altri activity tracker, è un dispositivo “ambientale” (da infilare tra lenzuola e materasso) sottile, flessibile e morbido che non occorre indossare né ricaricare. Riconosce quando ci sdraiamo a letto e avvia automaticamente il monitoraggio, raccogliendo e analizzando dati come la durata e l’efficacia del sonno, il battito cardiaco, la respirazione, il movimento, il russare, e la temperatura e l’umidità della stanza.

Si tratta di una tecnologia completamente diversa da quella di altri competitor, che si basa su un principio scientifico noto come ballistocardiografia (BCG), una tecnica non invasiva per misurare l’attività meccanica del cuore, dei polmoni e di altre funzioni corporee. A ogni battito cardiaco, l’accelerazione del flusso sanguigno nel sistema circolatorio genera un impulso meccanico che può essere misurato e analizzato. Durante la notte, Beddit monitora ogni singolo battito cardiaco e ciclo di respirazione. L’analisi e gli algoritmi di apprendimento automatico di Beddit si adattano in modo diverso a ogni corporatura e forniscono dati dettagliati sul sonno.