fbpx
Home Macity Apple Bugs & Bug Fixes iMovie 3: come risolvere i problemi - prima parte

iMovie 3: come risolvere i problemi – prima parte

A molti utenti Mac con macchine non recentissime iMovie 3 è sembrato, dal punto di vista dell’efficienza dell’interfaccia, un passo indietro.
Sicuramente non per i nuovi potenti e interessanti effetti, per le librerie audio ben studiate e per l’interazione con le altre applicazioni ma le idiosincrasia dell’interfaccia e alcuni rallentamenti indesiderati: molti di questi problemi probabilmente dipendono dalla relativà  gioventù di questa applicazione che nonostante la continuità  delle versioni sembre essere stata ridisegnata ex-novo.

Questa pagina si ripromette di fornirvi consigli per una corretta installazione, per la successiva ottimizzazione e per risolvere alcuni problemi che si possono presentare nell’uso corrente dell’applicativo.

Tenetevi caro iMovie 2
Innanzitutto il consiglio è, sopratutto per chi ha macchine non di ultima generazione, quello di tenersi una copia della versione di iMovie precedente, la 2.1.2: tra l’altro il nuovo software non e’ compatibile con gli iBook “conchiglioni” dotati di firewire e schermo da 12″ 800×600 pixel: la risoluzione necessaria è infatti di 1024×768 pixel.

Per conservare la precedente versione e’ sufficiente portare l’applicazione in una cartella diversa da quelle delle applicazioni: le preferenze delle due versioni sono diverse e l’aggiornamento che sostiuirebbe solo l’applicazione precedente non ha effetto sulle precedenti impostazioni.
L’alternativa è quella di riestrarre successivamente la versione 2 dai dischi di installazione di Mac OS X con un software ad hoc come Pacifist che preleva dal disco solo il file relativo a iMovie.
I due software non possono girare contemporaneamente sulla stessa macchina ma possono coesistere, con nomi diversi sullo stesso hard disk.

Ottimizzazione dopo l’installazione
Una volta installato il nuovo pacchetto iMovie 3 o dal web o dai dischi forniti con iLife è assolutamente consigliabile fare una riparazione dei privilegi con l’apposita utility messa a disposizione di Apple.
Non ci stancheremo mai di ripeterlo, la riparazione dei privilegi è una delle operazioni di manutenzione da compiere come un tempo si eseguiva la “ricostruzione della scrivania” con Mac OS 9.
Eseguitela una volta alla settimana o almeno una volta al mese: troverete che le tutte le applicazioni ne beneficieranno.
Ecco come fare per riparare i privilegi.
Lanciate l’applicazione Utility Disco presente nella cartella Utility a sua volta presente nella cartella Applicazioni.
Scegliete il tab chiamato “S.O.S.” nella finestra principale.
Selezionate il disco in cui è contenuto il Mac OS X che state utilizzando
Premete sul bottone “Ripara Privilegi Disco”
In questo modo partirà  un routine che sistemerà  tutti i privilegi, soprattutto quelli di iMovie che sono stati modificati nel passaggio da una versione all’altra.

Un’altra operazione di ottimizzazione si ottiene lanciando l’applicazione freeware MacJanitor: vi spiegamo in in questa pagina dove trovarla e come utilizzarla. Lanciatela nella versione completa dei controlli subito dopo la ricostruzione dei permessi e anche da questa troverete un giovamento.

E se volete fare un ulteriore passo nella “pulizia” del vostro Hard Disk, utile non solo per iMovie, potete far girare l’applicazione X Cache-Out che ripulisce le varie cache del vostro hard disk, lasciate da programmi magari non piu’ presenti o aggiornati.

A tutto schermo
Forse molti utenti non se ne sono accorti ma iMovie 3 utilizza lo schermo in maniera diversa dalla precedente versione: mentre con iMovie 2 l’applicazione prendeva totale possesso del video, nascondendo anche il dock, in questo caso la finestra della nuova versione è totalmente ridimensionabile e si accorge delle dimensioni e della presenza del dock.
Questo fatto da un parte permette una congruenza di comportamento con le altre applicazioni, dall’altra sembra provocare un rallentamento dell’interazione…

Continua…

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,909FansMi piace
93,611FollowerSegui