fbpx
Home iPhonia il mio iPhone In iOS 13 migliore gestione della batteria dell'iPhone

In iOS 13 migliore gestione della batteria dell’iPhone

Tra le tante novità di iOS 13, presentato ieri in versione preliminare alla WWDC19 e al momento disponibile solo per gli sviluppatori, una riguarda un nuovo strumento di ottimizzazione che consente di mantenere i livelli di carica sotto una certa soglia, impedendo l’invecchiamento prematuro della batteria.

L’iPhone integra già ora tecnologie che tengono conto di temperature che potrebbero in qualche modo danneggiare in modo permanente la capacità della batteria e diminuire la durata della singola carica. Quando viene caricato in un ambiente ad esempio troppo caldo, il dispositivo può subire danni. Il software può limitare il livello di carica all’80% se la batteria supera la temperatura raccomandata. E se viene conservata ad alte temperature, la batteria potrebbe rovinarsi in modo irreversibile. Quando il dispositivo viene usato in un ambiente molto freddo, l’autonomia della batteria può risultare a volte inferiore, ma è una condizione temporanea: una volta riportata alle temperature ottimali, la batteria tornerà alle sue normali prestazioni.

Se non si usa il dispositivo per molto tempo Apple consiglia di caricarlo a metà. Anche se il dispositivo resta inattivo per un lungo periodo con la carica al 100%, la capacità della batteria potrebbe deteriorarsi e la sua autonomia potrebbe risentirne.

Batteria iPhone

Come riportato nella pagina web di Apple che descrive in anteprima le novità di iOS 13, la futura versione del sistema operativo offre il “caricamento batteria ottimizzato”, una nuova opzione (l’utente può decidere se attivarla o no) che rallenta l’invecchiamento della batteria riducendo il tempo che l’iPhone passa inattivo completamente carico. L’iPhone, spiega Apple, impara la nostra routine di caricamento quotidiana limitando il caricamento oltre l’80% fino a quando l’utente non ha bisogno di usare di nuovo il dispositivo, un procedimento che secondo Apple dovrebbe permettere di allungare la vita della batteria.

Apple fu criticata nel 2017 dopo l’integrazione di ottimizzazioni automatiche in iOS che servivano ad allungare la vita della batteria rallentando in determinati momenti le prestazioni. Dopo le critiche in iOS arrivarono funzionalità specifiche che permettevano all’utente di decidere se attivare o no queste funzionalità. La Mela chiese scusa per quella che fu da alcuni – erroneamente – vista come “obsolescenza programmata”, attivando anche un programma di sostituzione per consentire agli utenti di cambiare a basso costo batterie difettose o con capacità degradata.

Offerte Speciali

Airpods Pro al minimo prezzo storico: sconto da 45 euro

Black Friday: tornati disponibili gli Airpods Pro a 199,99 € invece che 279 €

Su Amazon gli Airpods Pro scendono di prezzo. Le comprate a prezzo scontato e spedizione immediata a 199,99 euro invece che 279 euro anche grazie ad uno sconto nel carrello.