fbpx
Home Macity Voci dalla Rete Intel: ecco il nostro futuro

Intel: ecco il nostro futuro

Si è concluso venerdì l’IDF (Intel Developer Forum), uno dei più importanti eventi tecnici del settore della tecnologia per gli sviluppatori di hardware e software. Pat Gelsinger, Senior Vice President e Chief Technology Officer di Intel, ha delineato le strategie di Intel per accelerare la convergenza tra elaborazione dati e comunicazione.

Organizzato in tutto il mondo in varie sessioni nel corso dell’anno, L’IDF raggruppa i principali esponenti del settore per dibattere su tecnologie e prodotti all’avanguardia relativi a PC, server, dispositivi per le comunicazioni e client handheld. Pat Gelsinger, Senior Vice President e Chief Technology Officer di Intel, ha rivelato le strategie di Intel per accelerare la convergenza tra computing e comunicazioni tramite attività  avanzate di ricerca nel silicio integrato. Gelsinger ha affermato che le tecnologie basate su silicio con funzioni integrate di elaborazione dati e comunicazioni contribuiranno a estendere la Legge di Moore verso altre aree, offrendo in questo modo nuove funzionalità  e nuovi vantaggi ai clienti per almeno altri dieci anni.

“Prevediamo un futuro in cui ogni piastrina di silicio installata nei PC, nei PDA, nei telefoni cellulari o in altri dispositivi elettronici comprenderà  tecnologie informatiche ma permetterà  anche agli utenti di collegarsi a più reti wireless spostandosi liberamente da una all’altra”, ha spiegato Gelsinger. “I ricercatori Intel sono impegnati a espandere la Legge di Moore verso altre aree, oltre il computing tradizionale, tramite attività  intense di ricerca e alla scoperta di nuove opportunità , nuove possibilità  di impiego e nuovi vantaggi per le tecnologie del silicio che integrano elaborazione dati e comunicazioni”.

Gelsinger ha descritto alcune di queste tecnologie in fase di sviluppo presso i laboratori di ricerca e sviluppo di Intel, tra cui dispositivi radio di silicio (silicon radios) e il computing “context aware” (con riconoscimento del contesto). Intel è impegnata nello sviluppo di dispositivi radio basati sul proprio processo di produzione del silicio CMOS a basso consumo di energia. Secondo Gelsinger, Intel è vicina a raggiungere il proprio obiettivo di sviluppare “dispositivi radio riconfigurabili” (reconfigurable radios), in grado di identificare e di connettersi automaticamente a diverse reti wireless – tra cui 802.11, Bluetooth e Ultra Wideband – in modo tale che qualsiasi dispositivo contenente uno di questi chip sia dotato di funzionalità  wireless attraverso molteplici reti differenti.

Gelsinger ha anche affermato che Intel continua a fare progressi nella ricerca tesa allo sviluppo di applicazioni “location-aware” (con riconoscimento della posizione) mediante l’integrazione di tecnologie come GPS (Global Positioning System) e WLAN. Applicazioni di questo tipo consentirebbero ai consumatori di ottenere, ad esempio, le ultime notizie sulle condizioni meteorologiche e sul traffico e di cambiare immediatamente i loro piani o il percorso ovunque si trovino.

I vantaggi della tecnologia basata su silicio per il settore sanitario “Oltre a impegnarsi in continue iniziative per accelerare la convergenza tra computing e comunicazioni tramite la ricerca nel silicio, Intel sta attivamente ampliando la ricerca e le competenze per concentrarsi sulle scienze biologiche e sul settore della sanità “, ha aggiunto Gelsinger. “Offrendo a questo settore i vantaggi delle tecnologie a basso costo basate su silicio, potremmo in teoria migliorare la qualità  della vita della popolazione di tutto il mondo, che continua a invecchiare, e contribuire a anticipare la diagnosi delle malattie”.

Tramite la ricerca nelle scienze sociali e lo sviluppo di prototipi tecnologici, il team dell’Intel Proactive Health Research sta esaminando i vantaggi che le tecnologie basate su silicio potrebbero offrire da un punto di vista sanitario e nella vita di tutti i giorni. Un’area particolarmente interessante riguarda l’uso di una rete di sensori integrata nella casa per aiutare i più anziani, soprattutto gli ultrasessantenni che stanno registrando una crescita demografica in tutto il mondo, a ricevere un’assistenza migliore in casa. Intel collabora con le famiglie che devono affrontare il morbo di Alzheimer per capire se i sensori, insieme a sistemi informatici potenti e algoritmi complessi, possano inviare promemoria o richieste tramite una vasta gamma di dispositivi attraverso l’intera casa per assistere gli anziani ed alleviare almeno in parte il carico dell’assistenza domiciliare. Il progetto di ricerca sulla salute preventiva è il frutto di una collaborazione con ricercatori universitari, laboratori del settore e agenzie governative il cui obiettivo è individuare in che modo la tecnologia può supportare comportamenti che contribuiscano a prevenire le malattie, favorire l’indipendenza e migliorare le condizioni di vita.

Separatamente, il team di ricerca Intel Precision Biology sta esplorando la possibilità  di applicare le tecnologie Intel all’analisi delle molecole biologiche, ad esempio DNA e proteine, con l’obiettivo di inventare nuovi tipi di strumenti diagnostici che possano portare a miglioramenti in ambito sanitario. Sulla base delle proprie competenze nella produzione del silicio, Intel ha sviluppato un insieme completo di funzionalità  di analisi molecolare che permettono di rintracciare le sostanze contaminanti che entrano nel processo di fabbricazione dei semiconduttori. Intel ha inoltre sviluppato una funzionalità  per visualizzare, creare e modificare strutture fisiche e dispositivi nella scala dei nanometri.

Precision Biology è un’iniziativa avanzata di ricerca che cerca di applicare queste funzionalità  tecnologiche in nuovi modi per creare biosensori altamente sensibili e accurati in grado di assistere nel rilevamento, nella diagnosi e nel trattamento delle malattie. Ad esempio, modellando le nano-strutture in modo tale che le molecole si allineino in prossimità  dei sensori che le classificano, i ricercatori Intel sperano un giorno di rilevare le firme univoche a scala molecolare associate a malattie come il cancro. Questo tipo di potenzialità  future ridurrebbe in modo significativo il costo e aumenterebbe la portata degli strumenti di diagnostica per il salvataggio della vita in tutto il mondo.

Offerte Speciali

Sconto Beats Solo Pro, cuffie top con soppressione del rumore: solo 215,94€

Cyber Monday: Beats Solo Pro, cuffie top con soppressione a 169,99 €

Su Amazon precipita il prezzo delle Beats Solo Pro; ora costano solo 199euro invece che 300 nel colore grigio.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,965FansMi piace
93,792FollowerSegui