Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Una intera nazione paga Spotify, gli abbonati toccano quota 50 milioni

Una intera nazione paga Spotify, gli abbonati toccano quota 50 milioni

Se volessimo fare un esempio del numero di utenti attualmente abbonati a Spotify Premium, potremmo dire che ad oggi tutti gli abitanti della Corea del Sud usufruiscono di tale servizio a pagamento (stima ufficiale). Sono 50 milioni, in numeri, gli utenti attualmente abbonati – annuncia la società – e soltanto un quinto di questi si è aggiunto negli ultimi cinque mesi, come se tutta l’Ungheria (stima ufficiale) si fosse improvvisamente convinta dei pregi nell’abbonamento di Spotify Premium. Cresce così il vantaggio sul numero di abbonati raccolti da Apple Music, «Ben oltre i 20 milioni» (un terzo degli italiani) secondo i dati ufficiali annunciati due settimane fa.

Spotify non ha menzionato quanti sono, invece, gli ascoltatori del servizio in versione gratuita, che quindi sopportano le inserzioni pubblicitarie ogni 30 minuti e si fanno bastare l’ascolto casuale dei brani di un album o di una playlist, senza possibilità di saltare le tracce. L’ultimo dato, in tal senso, risale a giugno 2016, quando l’azienda annunciò di aver superato i 100 milioni di utenti totali: in quei giorni gli abbonati a pagamento erano 30 milioni.

Tornando per un attimo al confronto con Apple, i due servizi hanno diverse caratteristiche in comune, tra cui la selezione di playlist curate da professionisti. Diversa, invece, la strada intrapresa per i servizi collaterali, di cui sarà interessante vedere chi riuscirà a coglierne maggiori frutti. La società di Cupertino concentra infatti l’attenzione sulle esclusive, una scelta che al momento parrebbe pagare: basta guardare i numeri raccolti ad esempio da Beyoncé o Drake con The Views, che avrebbe venduto oltre 1 milione di copie nei primi cinque giorni della settimana di esclusiva streaming su Apple Music. Ma da Cupertino sono in arrivo anche contenuti video e serie TV che gli abbonati di Apple Music potranno vedere e seguire senza costi aggiuntivi.

Per quanto riguarda Spotify sono emerse nelle scorse ore indiscrezioni su un nuovo abbonamento Hi-Fi che sembra andrà ad aggiungersi al classico servizio Premium, per offrire una serie di funzionalità dedicate agli audiofili, tra cui qualità audio loseless, sconti su vinili a tiratura limitata e accesso alla pre-vendita dei biglietti per concerti. L’abbonamento aggiuntivo è ancora in fase di definizione, quindi al momento risulta difficile fare previsioni. Certo è che se sarà lanciato si rivolgerà a un pubblico ristretto di appassionati, portando quindi l’attenzione al servizio a chi vuole ascoltare musica in streaming con l’impianto stereo di casa o con cuffie di fascia top, piuttosto che in autobus con auricolari o EarPods.

spotify 50 milioni

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità