iOS 11 aiuterà gli utenti a liberare spazio su iPhone e iPad: ecco come

Con iOS 11 Apple integra diverse nuove funzioni che facilitano il recupero di spazio disponibile su iPhone e iPad: l’attuale beta anticipa di cosa si tratta e il funzionamento

Il nuovo filesystem APFS introdotto da Apple con iOS 10.3 alleggerisce iPhone e iPad recuperando anche oltre un gigabyte di spazio di storage, ma iOS 11 farà ancora meglio. L’attuale beta in prova nei dispositivi di utenti e sviluppatori anticipa infatti la presenza di una serie di nuove funzioni che puntano proprio al recupero di spazio di archiviazione, agendo su diversi fronti.

Una di queste, denominata Offload App, permette di cancellare automaticamente le applicazioni non utilizzate mantenendo però documenti, salvataggi e dati sul dispositivo: in questo modo sarà possibile recuperare momentaneamente un po’ di spazio e, successivamente, re-installare l’applicazione senza perdere il suo contenuto. Per impostazione predefinita questa funzione non sarà visibile, ma si potrà attivare dal pannello Impostazioni > iTunes e App Store.

liberare spazio iOS 11

All’interno del pannello Impostazioni > Generali > Spazio sul dispositivo e su iCloud, iOS 11 offrirà anche alcuni suggerimenti per liberare spazio, con tasti rapidi – ad esempio – per caricare automaticamente l’intera libreria di foto su iCloud, oppure svuotando in un sol colpo il Cestino del Rullino Foto, che di norma rimuove definitivamente le fotografie dopo 30 giorni dall’eliminazione.

Ci sarà anche una opzione per eliminare automaticamente le vecchie conversazioni su iMessage e una sezione che mostrerà tutti i video presenti sul dispositivo, mettendo in prima fila quelli più pesanti, facilitandone così l’eventuale rimozione. C’è anche un’opzione per caricare iMessage e allegati sul cloud, anche in questo caso per mantenere i file sulla nuvola per fare spazio sul dispositivo.

Come abbiamo spiegato più in dettaglio in questo articolo, iOS 11 agisce anche sulla pesantezza delle fotografie scattate con iPhone e iPad: non le memorizzerà più in JPEG ma in un nuovo formato denominato HEIF, acronimo di High Efficiency Image Format, che all’atto pratico dimezza praticamente il peso del file restituendo però una qualità finale addirittura migliore del JPEG.

Con molta probabilità (ma per ora non ci sono conferme), questo nuovo formato potrebbe anche essere impiegato per le Live Photos e le GIF. Il formato HEIF sarà già attivo come impostazione predefinita ma sarà possibile esportare in JPEG durante la condivisione dei file per mantenere la compatibilità con servizi e sistemi operativi differenti.