Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Voci dalla Rete » Isaacson: « Beats utile per iTV, non per musica e cuffie »

Isaacson: « Beats utile per iTV, non per musica e cuffie »

Iovine serve ad Apple per la futura Apple TV? A lanciare una ipotesi alternativaa quelle avanzate fino ad oggi a margine della vicenda, non ancora conclusa nè tantomeno ufficializzata, della possibile acquisizione di Beats, è Walter Isaacson.

L’autore della biografia ufficiale di Steve Jobs avanza la sua tesi in un’intervista con Billboard. Lo scrittore e giornalista, è convinto che Iovine sia l’asso nella manica per l’azienda di Cupertino, ma non tanto per il settore musicale, quando per il lancio di servizi televisivi da abbinare alla futura iTV di cui tanto si è discusso negli ultimi anni.

Quello che dice Isaacson non è da sottovalutare, Iovine infatti ha una lunga storia di collaborazione con Apple, aiutandola più di una volta ad ottenere la firma di contratti importanti: nel 2002 aiutò Steve Jobs ad ottenere un contratto di collaborazione con le etichette musicali per iTunes Store nel 2004, mentre più avanti convinse gli U2 a firmare un accordo con Apple per creare un’edizione speciale dell’iPod. Inoltre Isaacson afferma che, guardando tra gli appunti presi durante i dialoghi con Jobs utili per scrivere la biografia che tutti conosciamo, emergono alcune righe dove si parla di una collaborazione tra Iovine ed Apple per acquisire la Universal Music Group nel 2003, ipotesi che all’epoca circolava anche fuori dagli uffici di Cupertino.

Un’acquisizione simile quindi potrebbe aiutare Apple ad ottenere quanti più accordi possibili per lanciare finalmente sul mercato la tanto chiacchierata iTV che, tra le tante ipotesi, sembrerebbe tardare ad arrivare proprio per mancanza di sufficienti collaborazioni con le emittenti televisive. Isaacson sostiene che Iovine ha il carisma ed i contatti giusti per poter aiutare Apple in quest’impresa, anche se non trattandosi del settore musicale potrebbe essere comunque più complicato.

La tesi di Isaacson si contrappone a quella di chi suppone che l’incorporazione di Beats potrebbe aprire la strada di Apple verso lo streaming musicale, ambito dove l’azienda divenuta nota per le sue cuffie possiede una certa esperienza. Contro questo pensiero era andata successivamente Bloomberg, ritenendo che l’acquisizione fosse importante per Apple non tanto per l’hardware e il software, ma piuttosto per le idee ed i cervelli che stanno dietro l’azienda: in prima linea Iovine e Dr. Dre, destinati a disegnare il futuro musicale di Cupertino.

Al momento dire chi ha visto giusto è impossibile. Solo il tempo renderà ragione delle voci. In particolare sarà interessante guardare alla WWDC dove secondo alcune fonti Apple apotrebbe presentare Iovine e Dr. Dre, sotto le vesti di dirigenti Apple, anche se per comprendere meglio l’intero quadro potrebbero essere necessari ancora molti mesi.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag resta al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità