fbpx
Home Hi-Tech Cellulari/Telefonia La GSMA condanna gli attacchi ai ripetitori 5G

La GSMA condanna gli attacchi ai ripetitori 5G

Polizia e autorità antiterrorismo stanno indagando sugli incendi dolosi appiccati ai ripetitori di segnale per cellulari nel Regno Unito. GSMA (Global System for Mobile Communications) – associazione che rappresenta migliaia di operatori e aziende che operano a vario titolo nel campo della telefonia mobile – condanna questi atti di violenza, studiati per indebolire le reti di telecomunicazioni britanniche in questo momento di emergenza.

“Il nostro obiettivo come GSMA è sfruttare il potere della connettività, per la piena crescita di persone, industria e società”, scrive l’assocazione. “Dobbiamo essere uniti nella lotta contro il virus COVID-19 e combattere le fake news e le azioni violente che vedono un nesso tra la tecnologia 5G per le telecomunicazioni e la diffusione del virus. Si tratta di una campagna di disinformazione che sta incitando alla paura, all’aggressione e agli atti vandalici sia contro questa infrastruttura essenziale, sia nei confronti degli addetti ai servizi basilari di manutenzione, che garantiscono la connessione dei servizi pubblici e la tenuta dell’economia nel Regno Unito”.

Stephen Powis, responsabile nazionale del servizio sanitario britannico, ha rilasciato numerose interviste ai media in cui ha dichiarato: “La storia del 5G è completamente e totalmente assurda e insensata, in assoluto il peggior tipo di fake news”.

Gsma ico

La GSMA chiede ai colossi del web, ai provider di contenuti e alle piattaforme dei social media di accelerare gli sforzi per eliminare le fake news che mettono in relazione il 5G con la diffusione del virus COVID-19. Full Fact, organizzazione britannica indipendente dedicata al fact-checking delle notizie, ha confermato che non vi è alcuna connessione tra il 5G e il virus COVID-19. “Esortiamo inoltre i governi di tutto il mondo”, riferisce ancora GSMA, “a intervenire prontamente contro la disinformazione, il vandalismo e le minacce contro i tecnici direttamente impegnati nel settore delle reti mobili”.

“L’industria delle telecomunicazioni è impegnata senza sosta per supportare e garantire la disponibilità dei servizi sanitari, di emergenza e scolastici, nonchè il funzionamento delle imprese e la connessione di famiglie e amici”, ha dichiarato Mats Granryd, direttore generale della GSMA, “È deprecabile che un’infrastruttura necessaria per le comunicazioni venga attaccata sulla base di affermazioni palesemente false. Chiediamo con forza a tutti di fidarsi delle autorità sanitarie e di contare sul fatto che la tecnologia delle comunicazioni è sicura. Non vi è alcun legame tra il 5G e il virus COVID-19”.

Lo scorso mese un osservatorio internazionale indipendente ha confermato che non vi sono rischi per le persone, inclusi i bambini, derivanti dall’esposizione alle frequenze radio generate dalle reti mobili, 5G incluso . La Commissione internazionale per la protezione dalle radiazioni non ionizzanti (ICNIRP) ha preso in esame un’altra ricerca ventennale, con risultati che hanno confermato le precedenti rassicurazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Airpods 2 ad un prezzo “cinese”: 110,69 euro. È il più basso di sempre!

Su Amazon gli AirPods 2 scendono al minimo storico: solo 110,69 euro, il prezzo di discrete cuffiette cinesi
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,704FansMi piace
93,889FollowerSegui