Nuovo MacBook Air 13″, in arrivo entro la primavera e costerà meno

MacBook air 13

Entro la primavera Apple potrebbe rilasciare entro la primavera un aggiornamento del MacBook Air 13″. Specifiche non definite, ma prezzo più basso di quello attuale.

Apple rilascerà un nuovo MacBook Air 13″ più economico di quello attuale. Lo dice Ming Chi Kuo in una nota rilasciata agli investitori nel corso della giornata di oggi.

I dettagli tecnici non sono noti, l’unico aspetto messo in evidenza dall’affidabile analista di KGI è il prezzo che dovrebbe incentivare le vendite dei portatili della Mela. Attualmente, nonostante rinnovato solo diverso tempo fa e segnato da specifiche non attualissime, il MacBook Air 13″ è un computer ancora molto venduto sul mercato, sia per il prezzo in rapporto alle dimensioni dello schermo, che per il fatto che mantiene sistemi di connessione molto popolari e con larga diffusione, come USB tradizionale e il classico MagSafe per il caricamento della batteria.

È possibile che Apple, se vogliamo fare qualche ipotesi, punti ad introdurre alcuni modesti aggiornamenti, forse nel processore, magari nel design che risale a diversi anni fa, alla macchina se davvero intende addirittura ridurre il prezzo.

Sarebbe piuttosto complesso restare, per quanto interessante per il mercato, introdurre uno schermo Retina e connessioni Type-C abbassando il costo (1129 euro nella versione più economica). In passato si era parlato di una sorta di “fratello” grande di MacBook 12″ retina, ma sempre per ragioni di costo, è difficile che sia questo il profilo del MacBook Air 13 low cost.

È invece possibile che queste caratteristiche finiscano nel MacBook 13″ economico di cui si era parlato qualche settimana fa. A meno che questa macchina rumoreggiata da Digitimes, non sia lo stesso MacBook Air 13″ economico.

In ogni caso se Kuo ha ragione, la macchina non dovrebbe essere troppo distante. Il lancio è previsto per il secondo trimestre dell’anno, quindi tra marzo e giugno.

L’analista lancia qualche lampo di luce sulle nuove AirPods, che non dovrebbero invece arrivare molto presto visto che quelle attualmente in commercio ancora vendono piuttosto bene, e su HomePod. Nonostante si sia scritto anche recentemente che le vendite hanno superato tutti i concorrenti, Kuo afferma che la quantità di prodotti finiti realmente sul mercato è piuttosto ridotta. In particolare Kuo definisce come “mediocre” la richiesta,

Infine Kuo predice per la seconda parte dell’anno un ottimo successo dei telefono Apple e questo essenzialmente per merito del modello entry level da 6,1 pollici di cui abbiamo parlato numerose volte.