Servizi di mapping, Bosch acquisirà una quota di HERE Technologies

Bosch intende acquisire il 5% di HERE Technologies, l’aienda un tempo di Nokia venduta nel 2016 al consorzio di società tedesche: Audi, BMW e Daimler.

Bosch intende acquisire il 5% di HERE Technologies, fornitore globale di servizi di mappatura digitale e localizzazione. Le parti hanno deciso di non rivelare il prezzo di acquisto.

L’acquisizione dorvebbe consentire di dare una spinta ai servizi di business di Bosch e aiutare anche HERE a compiere un ulteriore passo verso l’ obiettivo di diventare un fornitore globale di data base di servizi di localizzazione in tempo reale per i clienti, sia facenti parte dell’industria dell’automotive sia esterni al settore.

“Bosch non è solo macchine” ha dichiarato Dr. Volkmar Denner, CEO di Robert Bosch GmbH. “L’Industry 4.0, le case intelligenti e le città intelligenti sono interessanti settori di business per Bosch. Questa sinergia con HERE permetterà di ampliare ulteriormente i servizi di data-base”. Edzard Overbeek, CEO di HERE Technologies, ha aggiunto: “Siamo felici di aver portato a bordo un partner così forte come Bosch, con una competenza vasta nei campi dell’automotive e dell’IoT. La presenza capillare di Bosch in America, Asia e Europa offre, inoltre, a HERE opportunità interessanti di crescita del business a livello globale”.

L’acquisizione è soggetta all’approvaizone dall’Autorità Antitrust prevista entro la fine del primo quadrimestre del 2018.

Esempio mappe here

La pianificata collaborazione tra Bosch e HERE potrebbe avvenire nel dominio dell’Industry 4.0 nell’area di applicazione intralogistica. Le mappe di pianificazione interna ad alta definizione potrebbero essere utilizzate per automatizzare e semplificare i flussi di merci fino alla linea di produzione. Allo stesso modo, potrebbero essere utilizzate per aiutare i collaboratori nelle procedure di manutenzione, o di riparazione.

L’azienda tedesca è da tempo attiva anche nel campo della guida autonoma. Le mappe ad alta definizione sono un prerequisito per le macchine a guida autonoma. Queste devono essere aggiornate con i dati che provengono dai sensori del veicolo e integrati con informazioni in tempo reale sulle condizioni del traffico, cantieri e incidenti. La mappatura stradale via radar, fornita da Bosch, dà un’idea di come questo potrebbe essere fatto. Si usano le informazioni che provengono dai sensori radar nel veicolo per creare mappe ad alta definizione, che vengono costantemente aggiornate. Contestualmente, le due aziende stanno valutando la possibilità di utilizzare tale mappatura per aggiornare HERE HD Live Map, servizio dedicato ai veicoli a guida autonoma. Bosch continuerà il suo lavoro sulla mappatura stradale, con partner come TomTom, AutoNavi, Baidu, e Increment P.

Here è un’impresa in comproprietà delle aziende automobilistiche tedesche Audi, BMW e Daimler. Here in origine proveniva dalla oggi scomparsa azienda statunitense Navteq; nel 2008 fu acquisita dalla finlandese Nokia di cui divenne filiale e divenne Nokia Maps, successivamente Ovi Maps e di nuovo dal 2011 Nokia Maps. Dal 2012 il marchio divenne Here e furono unificati i servizi di mappatura, ubicazioni di attività commerciali, navigazione satellitare e altri servizi. Nel dicembre 2015 Nokia ha venduto tutto al consorzio di società tedesche: Audi, BMW e Daimler.