Messaggi di Apple si potrà usare anche per inviare e ricevere denaro

L’app Messaggi di Apple non servirà più solamente per inviare e ricevere messaggi e foto. Apple sta studiando con le banche USA un nuovo servizio per invio denaro e pagamenti tra persone: c’è la possibilità che venga integrato in Messaggi

sms money messaggi

Può sempre capitare di rimanere senza denaro, per un problema di contanti o carte, ma in futuro questa situazione si potrà risolvere al volo con Messaggi di Apple. Al momento si tratta solo di una ipotesi ma è molto meno remota di quello che inizialmente si possa immaginare. Nelle scorse ore è circolata una indiscrezione che vede Apple in trattative con diverse importanti banche statunitensi per la creazione di un servizio per l’invio denaro e pagamenti tra persone, anticipazione decisamente credibile considerando che è stata riportata dal Wall Street Journal, autorevole testata finanziaria e allo stesso tempo dotata di contatti privilegiati sull’universo Apple.

A poche ore di distanza Quartz riprende e arricchisce l’argomento, indicando che, tra le varie possibilità di implementazione, Apple ha già contemplato l’idea di integrare il nuovo servizio per invio denaro e pagamenti direttamente in Messaggi. Più precisamente la testata indica iMessage, ma da tempo l’app di messaggistica della Mela è stata integrata in Messaggi che include SMS, MMS e anche iMessage per invio e ricezioni gratuiti quando è disponibile il collegmaento a Internet.

iphone money
Secondo alcune ricerche si tratta di una delle app più usate in assoluto dagli utenti di iPhone, soprattutto in fasce di età più giovani, un bacino di utenti molto ambito da Apple che punterebbe a sfruttare questa funzione di pagamenti peer to peer, anche per cercare di attrarre più utenti in Apple Pay.

In questa ottica per Apple risulterebbe conveniente offrire il nuovo servizio senza applicare alcuna commissione, questo per due ragioni principali. La prima è che Cupertino non sembra intenzionata a richiedere le licenze necessarie per operare come intermediario finanziario, in questo modo lascerebbe le complessità operative in mano alle banche già esperte in questo campo, evitando al contempo verifiche e controlli ulteriori a cui sono sottoposte le società finanziarie. In secondo luogo la Mela sembra volersi concentrare sull’esperienza utente e l’interfaccia finale, dove non teme rivali.

Che il servizio di invio denaro e pagamenti tra persone di Apple venga integrato in Messaggi non è infine una ipotesi remota. In Asia è già una realtà consolidata tramite la collaborazione di Alibaba AlipPay e l’app di messaggistica WeChat. In USA Facebook ha già lanciato una soluzione simile per la sua piattaforma Messenger.
Money iphone messaggi