Office 365 diventa smart con l’intelligenza artificiale in Word, Excel e PowerPoint

genee

Microsoft espande le funzioni di Intelligenza Artificiale in Office 365 per semplificare e velocizzare il lavoro in Word, Excel e Outlook. Ecco cosa l’AI farà al posto dell’utente per email, documenti di lavoro e aziendali e per arrivare in tempo a un appuntamento

[banner]…[/banner]

Microsoft sta aggiungendo nuove funzionalità a Office 365 basate su Intelligenza Artificiale e apprendimento automatico che permetteranno agli utenti di realizzare meglio e prima determinati compiti. Tra le applicazioni che beneficeranno del machine learning ci sono Outlook, Excel e Word. Alcune funzioni verranno attivate nei prossimi mesi per alcuni utenti e poi estese a un pubblico più vasto.

Il web client di Outlook sfrutterà una interfaccia in grado di rispondere automaticamente a domande inviate via mail, Excel sarà in grado di suggerire diagrammi e tabelle pivot per analizzare in automatico dati; Word offrirà una funzione che consentirà di definire acronimi in base a elementi condivisi con altri utenti all’interno della stessa azienda.

 

Excel peretterà di sfruttare il machine learning per analizzare i fogli e creare tabelle, grafici e altre rappresentazioni di dati.
Excel peretterà di sfruttare il machine learning per analizzare i fogli e creare tabelle, grafici e altre rappresentazioni di dati.

L’idea in generale – spiega l’azienda – è di usare funzionalità di intelligenza artificiale per migliorare la suite, riducendo la complessità di alcuni task che è possibile eseguire con Office 365, ma anche attirare più persone verso i servizi cloud, giacché le nuove funzionalità richiedono l’uso dei server dello sviluppatore.

Microsoft non è la prima ad avere pensato a funzionalità di intelligenza artificiale nell’ambito delle applicazioni da ufficio. Google mette già a disposizione nella sua G-Suite funzioni che ricorrono al machine learning per, ad esempio, generare grafici e tabelle pivot. InBox, app sperimentale di Google per la posta elettronica, prevede la “Smart Reply”, funzione che permette di rispondere a una mail con messaggi brevi e concisi dopo aver valutato quali mail richiederebbero una replica. Outlook, da quanto pare di capire, sarà in grado di individuare domande e replicare con frasi pre-impostate (in base al contesto) che è possibile scegliere da un menu drop-down.

Office 365 intelligenza artificiale - Foto office 365 AI
L’applicazione per la posta elettronica di Microsoft dirà addio anche a Clutter, filtro “intelligente” che era stato pensato in particolare per le aziende in modo da alimentare e potenziare lo scambio di email commerciali. La funzionalità in questione è stata integrata nella Focused Inbox (“Posta in arrivo evidenziata” in italiano), funzione che permette di classificare i messaggi in base alla loro importanza evidenziando contenuti e utenti che vi interagiscono più spesso.

Da Outlook per iOS sarà possibile richiamare Cortana per conoscere le condizioni del traffico, i percorsi da seguire e anche informazioni sul transito, utili per capire meglio quando è ora di muoversi per un appuntamento. La funzionalità sarà attivata in tutti i paesi dove è disponibile Cortana e dunque con ogni probabilità anche da noi in Italia.