Microsoft progetta la nuova Xbox, ma il futuro dei giochi sarà come Netflix

Per molti le console come le conosciamo scompariranno ma all’E3 Microsoft annuncia che sta progettando la nuova Xbox. Potrebbe essere l’ultima: il mondo del gaming prevede un futuro in cui si giocherà in streaming, una ottima notizia anche per gli utenti Mac

nuova Xbox foto Microsoft Xbox One

Le novità software di Apple sono arrivate con la WWDC 2018 ed ora dall’E3 arrivano tutte le novità che riguardano il mondo dei videogiochi e delle console: da Los Angeles Microsoft annuncia che sta progettando la nuova Xbox.

Considerando che le attuali console di ottava generazione Xbox One e Sony Playstation 4 sono in circolazione dal 2013 non occorre uno sforzo di immaginazione per intuire che i due colossi stiano progettando i nuovi modelli già da qualche tempo, nonostante gli upgrade hardware introdotti da entrambi proprio per prolungare la vita utile dei due modelli con Xbox One X e Playstation 4 Pro.
nuova xbox foto xbox ps4 icon 800La sorpresa consiste nel fatto che tutti i principali attori del gaming, sviluppatori, publisher e anche i costruttori hardware, da tempo prevedono un futuro senza console, per lo meno come le abbiamo conosciute finora.

Anche se dettagli e sfumature cambiano, tutti prevedono per i videogiochi un futuro in streaming via cloud, una tecnologia che in un colpo solo promette di superare i principali vincoli attuali: invece di creare versioni ad hoc di un gioco per ogni singola piattaforma su cui dovrà funzionare, qualsiasi gioco potrà essere eseguito su qualsiasi dispositivo, indipendentemente da marca, costruttore e potenza hardware.

GeForce NowEsistono già diversi servizi di gaming via cloud, qui per esempio la nostra prova della piattaforma GeForce Now con Nvidia Shield. Per chi dispone di un buon collegamento a Internet non solo a banda larga ma anche con ping e tempi di risposta rapidi, è possibile giocare anche ai titoli più esigenti in termini di grafica e risorse hardware anche con un portatile ultra sottile dotato solo di una modesta scheda video integrata, questo perché esecuzione e calcoli avvengono sui server del fornitore.

È per questa ragione che l’annuncio di Microsoft dall’E3 ha sorpreso più gli osservatori che gli appassionati. Sempre durante l’E3 di Los Angeles Electronics Arts ha mostrato la sua prossima piattaforma di gaming che funzionerà in streaming dal cloud e che permetterà di usare i giochi in modo simile a quanto oggi avviene con film e serie TV su Netflix.
GeForce NowNon arriverà subito, si prevede nel giro di due anni ma se e quando arriveranno piattaforme di giochi in streaming universali, sarà sempre meno indispensabile avere una console dedicata e sarà una ottima notizia anche per gli utenti Mac.

I videogiochi su Mac non mancano, ma da sempre la piattaforma soffre per l’assenza di titoli di punta e anche per i lunghi tempi per le conversioni, a cui si abbina il costo elevato per poter disporre di hardware potente e aggiornato: un Mac ancora perfetto per lavorare spesso non lo è per i videogiochi più recenti ed esigenti di risorse hardware. Con i giochi in streaming non importerà più se abbiamo un iMac Pro, un MacBook Air di 3 o 4 anni fa oppure un PC Windows ninja di ultima generazione: tutto funzionerà via internet e cloud.