fbpx
HomeNewsMicrosoft, una coalizione per produrre software in modo sostenibile

Microsoft, una coalizione per produrre software in modo sostenibile

Nell’ambito della Build 2021 – la conferenza annuale della Casa di Redmond dedicata agli sviluppatori –  Accenture, GitHub, Microsoft e ThoughtWorks hanno annunciato la nascita della Green Software Foundation, un’organizzazione non profit creata insieme alla Linux Foundation “per dar vita a un ecosistema di persone, standard, strumenti e best practice” che possano aiutare il settore ICT a rispondere alle stringenti esigenze di sostenibilità e a ridurre le emissioni di carbonio dell’industria del software.

L’obiettivo – riferisce ZDNet – è aiutare il settore Information and Communication Technology a ridurre del 45% le emissioni di gas a effetto serra prima del 2030.

In questo tipo di attività dovrebbero essere coinvolti gli operatori di telefonia, ISP, data center ma anche gli utenti che, complice la pandemia, hanno acquistato come non mai computer nell’ultimo anno. “Immaginiamo un futuro nel quale il carbon-free software sia uno standard, dove lo sviluppo software, il deployment e l’uso contribuiscano alla soluzione climatica globale senza che ogni sviluppatore debba essere un esperto”, ha dichiarato Erica Brescia, COO di GitHub.

Logo Microsoft Build

“Richiederà che tutti noi lavoriamo insieme nel creare soluzioni innovative per ridurre drasticamente le emissioni”, ha riferito Brad Smith, presidente di Microsoft, spiegando che la Casa di Redmond sta collaborando con organizzazioni che vogliono fare seriamente sulla sostenibilità dal punto di vista ambientale per guidare l’adozione dello sviluppo software green e aiutare clienti e partner nel mondo a ridurre la loro impronta di carbonio.

Bloomberg spiega che i data center sono ora responsabili dell’1% della domanda globale di energia elettrica e le previsioni sono in aumento, con numeri che variano dal 3% all’8% nel prossimo decennio. Non è facile determinare esattamente le emissioni responsabili di ogni singolo software ma gruppi come la Green Software Foundation tengono conto di metriche quali l’elettricità necessaria, l’uso efficiente dei microprocessori e le emissioni in rete. La fondazione pensa a programmi di studio e percorsi di certificazione per fornire specifiche competenze agli ingegneri. Al pari di aree quali scienze dei dati e cybersicurezza, si prospettano opportunità per gli ingegneri specializzati nello sviluppo di software green, spiega Jeff Sandquist, vice president for developer relations di Microsoft, evidenziando che chi crea software ha ad ogni modo bisogno di un minimo di background per farlo. Queste persone dovrebbero avere ruoli importanti al pari dei team che si occupano di sicurezza e performance.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial