Niantic, la software house di Pokémon Go ora vale 4 miliardi

Grazie ad un nuovo round di finanziamento ora Niantic, la software house di Pokémon Go, vale 4 miliardi di dollari.

Niantic, la software house di Pokémon Go raggiunge ora vale 4 miliardi

Niantic, l’azienda dietro al grande successo di Pokémon Go, ha raccolto 245 milioni di dollari per continuare nello sviluppo dei suoi giochi basati sulla realtà aumentata. Il nuovo round di finanziamento porta ora a Niantic una valutazione di circa 4 miliardi di dollari, obbiettivo raggiunto poco più di tre anni dopo essere uscita dalla galassia Google.

Circa un terzo dei dipendenti di Niantic ha sede in un ufficio di ingegneria  – sempre più in rapida crescita –  a Bellevue, Washington. L’ufficio è cresciuto così rapidamente che ha cambiato cinque sedi negli ultimi due anni ed ora sta nuovamente raddoppiando.

Il grande boom è arrivato con l’uscita di Pokémon Go lanciato sul mercato nel 2016, dopo aver raggiunto una popolarità immensa, l’applicazione è poi sparita dalle cronache ma ha comunque mantenuto uno zoccolo duro di giocatori, ripagati per la loro fedeltà da numerose nuove funzionalità uscite nel corso del tempo.

Harry Potter: Wizards Unite, il gioco degli sviluppatori di Pokémon GO, arriva nel 2019

La prossima sfida per Niantic sarà un nuovo gioco, Harry Potter: Wizards Unite. L’azienda ha tenuto in proposito il massimo riserbo negli ultimi mesi, rifiutandosi di rivelare molti dettagli se non il periodo di pubblicazione, previsto ora per il 2019.

Il cuore dei giochi di Niantic è il Real World Platform, un sistema che funziona mappando gli universi di realtà aumentata dei giochi e sovrapponendoli al mondo reale sfruttando i punti di interesse. Le funzionalità di di Pokémon Go sono state basate sostanzialmente su quelle del primo gioco della compagnia, Ingress, prodotto che che mette insieme due squadre l’una contro l’altra in un tentativo globale di catturare e collegare insieme importanti punti di interesse.

Fra i protagonisti dell’ultimo finanziamento ci sono IVP, con ulteriori investimenti strategici da aXiomatic Gaming, Battery Ventures, Causeway Media Partners, CRV e Samsung Ventures. In precedenza Niantic aveva ottenuto investimenti da Google, The Pokémon Co. e Nintendo. Nel 2017 ha raccolto 200 milioni da Spark Capital, Founders Fund, Meritech, Javelin Venture Partners, You & Mr. Jones e NetEase, Inc.