Home Hi-Tech Android World Oval, come funziona il servizio di mobile banking dedicato ai millennials

Oval, come funziona il servizio di mobile banking dedicato ai millennials

Il mobile banking è ormai una solida realtà: grazie al sempre maggior florilegio di applicazioni comodamente accessibili dal proprio smartphone anche i servizi bancari diventano sempre più a portata di mano di tutti, soprattutto di quei millennials che cercano una soluzione dedicata al risparmio che sia in grado di offrire al stessa immediatezza d’uso riservata ad app come Instagram, Snapchat e Tik Tok.

In questo contesto si inserisce Oval, servizio lanciato ormai da una manciata di anni ma sicuramente fra i più promettenti.

Obiettivo Millenials

Con capitale di finanziamento accumulato di 8 milioni di euro e 300 mila utenti attivi, Oval si pone come “strumento ideale per i millennials”, così definita da Claudio Bedino, COO and Co-Founder di Oval, con cui ci siamo intrattenuti per una piacevole chiacchierata sul futuro di un servizio sempre più affermato.

Oval, sempre più rivoluzionario il servizio di mobile banking dedicato ai millennials

Supportata da un’iniezione di capitale (e di tecnologia) anche dal colosso Intesa San Paolo, Oval offre ai suoi utenti la possibilità di collegare con facilità l’applicazione al proprio conto corrente principale (sfruttando le OpenBanking API), per abilitare una serie di servizi on-top utili a chiunque abbia l’esigenza di tener conto delle sue spese o voglia sfruttare un sistema di risparmio innovativo.

Oval è infatti in grado di analizzare i movimenti del conto corrente e di riclassificare le transazioni in maniera automatica, permettendo di analizzare al meglio le spese nel corso del mese, senza dover intervenire manualmente. Diventa così uno strumento molto utile anche solo per tenere sotto controllo entrate ed uscite sul proprio conto, aggiungendo maggior consapevolezza alle proprie spese.

Oval Pay

Il vero valore aggiunto però è rappresentato da Oval Pay, un vero e proprio conto corrente (con IBAN italiano) messo a disposizione da Oval a tutti i suoi clienti, che aggiunge un ulteriore livello di funzionalità al solo monitoraggio della spese, prime fra tutte il risparmio e l’investimento.

Sarà infatti possibile decidere alcune modalità di risparmio automatico, legate ad una sorta di gamification: per esempio sarà possibile decidere di risparmiare arrotondando le spese all’intero successivo (una spesa di 3.50 euro diventerà di 4 euro di cui 0,50 risparmiati), o di risparmiare una cifra ogni volta che si condivide un post su Facebook, oppure ogni volta che si completa un’attività sportiva.

Oval, sempre più rivoluzionario il servizio di mobile banking dedicato ai millennials

Ogni settimana Oval eseguirà una transazione che sposterà sul conto Oval Pay la cifra risparmiata, permettendo così di accantonare giorno dopo giorno una cifra dedicata al altri scopi.

Questi risparmi potranno poi essere investiti in prodotti appositamente studiati da Oval e messi a disposizione da terze parti per tutti i clienti: si tratta di sette diversi fondi di investimento (simili a ETF indicizzati) che a partire da un investimento minimo di 10 euro consentiranno a tutti, anche i più giovani, di poter investire i propri risparmi.

Oval, sempre più rivoluzionario il servizio di mobile banking dedicato ai millennials

“Anche i millennials potranno iniziare a pensare al loro futuro non solo risparmiando ogni giorno attraverso le attività quotidiane ma anche investendo i loro risparmi in prodotti pensati appositamente per loro. Non servono cifre astronomiche, anzi: bastano 10 euro per iniziare subito a investire” ci racconta Bedino.

Oval Card

A questi strumenti si aggiungerà presto la carta Oval Pay (circuito Visa), che connessa ad Oval Pay si pone come potenziale concorrente ad altre carte di pagamento – si pensi a Hype, Revolut o N26 – che consentirà di risparmiare direttamente dalle transazioni o anche di investire direttamente, sfruttando sempre logiche di “gamification” o grazie ad accordi con aziende di e-commerce, offrendo servizi di cashback abbinati a regole di investimento. In arrivo anche la compatibilità con Apple Pay e Google Pay, per pagamenti contactless comodi e semplici.

Oval, sempre più rivoluzionario il servizio di mobile banking dedicato ai millennials

Non è ancora previsto invece il coinvolgimento di Oval nel mercato delle criptovalute “Si tratta di un asset ancora troppo rischioso e nonostante seguiamo costantemente l’evoluzione del mercato, non ce la sentiamo ancora di offrire un tipo di investimento così volatile ai nostri utenti” afferma Bedino.

Per chi fosse interessato consigliamo di visitare il sito ufficiale Oval a questo indirizzo; l’applicazione per iOS di scarica da qui, mentre la app per Android da questo indirizzo.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,829FollowerSegui