Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » Pfeiffer: App Store è più maturo, batte Google Play e Amazon

Pfeiffer: App Store è più maturo, batte Google Play e Amazon

Pubblicità

Dal confronto dei tre principali negozi di app uno studio di Pfeiffer Consulting determina che App Store di Apple è quello più maturo, secondo Google Play e ultimo Amazon Appstore. Tutti sono comunque distanti dal negozio digitale ideale.

App Store di Apple è il negozio digitale per le app più maturo, quello che offre più valore e più utilità ai dispositivi dell’utente. Segue al secondo posto Google Play per il mondo Android e ancora più a distanza Amazon Appstore. L’esame sulla maturità dei tre principali negozi digitali per le app e la classifica sono stati realizzati tramite un approfondito studio condotto da Pfeiffer Consulting.

Per valutare App Store, Google Play e Amazon Appstore sono stati presi in esame 5 fattori chiave: ricerca, assistenza alla scoperta, una griglia di valutazione complessiva infine la frizione sperimentata dall’utente.

Così in base al fattore ricerca gli store sono stati esaminati per quanto riguarda il supporto per le ricerche con linguaggio naturale, il supporto per gli operatori logici, le ricerche anche con errori di digitazione, la disponibilità di ricerche avanzate per limitare i risultati per categorie e criteri infine anche il rifinimento dei risultati delle ricerche. Come prevedibile in questa analisi primeggia Google che ottiene 33 punti su 100, seguito da App Store di Apple con 25 punti infine da Amazon con solo 14 punti.

In due delle analisi principali invece emerge App Store di Cupertino. Per l’assistenza dell’utente alla scoperta e la cura dei contenuti sono stati presi in esame le soluzioni in grado di indirizzare l’utente verso app estremamente utili e interessanti. Tra i criteri ricordiamo la distinzione chiara tra app per tablet e smartphone, il numero dei gruppi di app selezionati, il numero delle app selezionate, la presenza di suggerimenti per le app in base a bisogni specifici, per interesse o attività, il numero delle sottocategorie. Qui Apple domina a grandissima distanza dai due compatitor principali: App Store ottiene infatti 44 punti su 100 mentre per trovare il secondo classificato Amazon Applestore occorre scendere a 8,4 punti: ancora più in basso Google Play con solamente 2,25 punti.

app store è più maturo pfeiffer 620

Nella seconda categoria fondamentale, denominata griglia di valutazione, Apple domina per una serie di 8 fattori scelti per quantificare la maturità di un negozio digitale per le app: tra questi troviamo la chiara indicazione di app per tablet, la possibilità di distinguere le app sviluppate professionalmente, la documentazione e le informazioni per ogni app, l’ambiente di ricerca, la presenza di consigli e contenuti editoriali, la suddivisione delle app in base alle attività svolte, la disponibilità di un sistema intelligente che guidi l’utente alla scoperta delle app più utili per le proprie esigenze. Qui Apple ha ottenuto 67,5 punti su 100 distanziando Google Play con 42,5 punti e Amazzon con soli 40 punti.

Il risultato più sorprendente invece è nell’ulto fattore esaminato indicato come la frizione sperimentata dall’utente nell’uso dello store digitale. Questo valore indica quando un dispositivo non fa quel che l’utente si aspetta oppure quando manca una funzione chiave che dovrebbe invece essere presente, infine anche quando il sistema in qualche modo rallenta o risulta frustrante per l’utente. Google batte tutti con il punteggio più basso (in questo caso è il migliore) pari a 14 su 100. Apple è seconda con un punteggio di 24 infine ancora una volta ultima Amazon con un punteggio di 26. Mentre la frizione più elevata risulta comprensibile per Amazon Appstore che è l’ultimo nato dei 3, appare eccessiva per Apple che deve gran parte del proprio successo per la facilità d’uso e l’intuitività dei prodotti hardware e software.

In base a questi risultati Pfeiffer Consulting rileva che App Store di Apple è il negozio digitale per le app in grado di aumentare più di tutti il valore degli smartphone e dei tablet nelle mani degli utenti. Mentre l’hardware tende più a uniformarsi per specifiche e prestazioni, l’importanza e la bontà degli store digitali rappresenta sempre più il fattore discriminante principale in base a cui gli utenti sceglieranno i dispositivi tablet e smartphone da acquistare.

Ciò nonostante gli analisti evidenziano che nel settore dei negozi digitali rimane ancora moltissimo da fare per offrire all’utente un livello di esperienza e d’uso di qualità superiore, anche per App Store di Apple che risulta primo per maturità. Invece di concentrarsi sul numero totale delle app presenti sulle rispettive piattaforme Apple, Google e Amazon dovrebbero concentrarsi per migliorare le ricerche e le segnalazioni delle app. Oltre all’inserimento delle ricerche con linguaggio naturale, l’integrazione degli operatori logici booleani, vengono indicati miglioramenti per quanto riguarda i contenuti editoriali, le segnalazioni da parte dello staff e così via. La ricerca completa è disponibile qui.

assistenza utente pfeiffer

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Minimo per MacBook Air M2 15 pollici, solo 1291 €

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 256 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 358 euro meno del nuovo modello, solo 1291€
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità