Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » Swift open source, il progetto Phoenix per rendere libero il linguaggio di Apple

Swift open source, il progetto Phoenix per rendere libero il linguaggio di Apple

Pubblicità

Un piccolo team di sviluppatori vuole rendere Swift open source, sia realizzando una implementazione open, sia richiedendo ad Apple di rendere open source le tecnologie relative a Swift, il linguaggio di programmazione che la multinazionale della Mela ha lanciato nel corso dell’ultima conferenza mondiale degli sviluppatori WWDC. Denominato Phoenix, il progetto è guidato da Greg Casamento, sviluppatore Objective-C che in precedenza si è occupato di GNUstep: una implementazione open source delle librerie OpenStep in Objective C di NeXT, in pratica un lavoro approfondito direttamente sulle “radici” di Cocoa.

Oltre alla creazione di una implementazione di Swift open source, l’obiettivo dichiarato di Phoenix è spingere Apple a rilasciare Swift come open source. In una lettera aperta inviata a Tim Cook, i membri di supporto al progetto evidenziano l’importanza dell’open source nella storia di Apple: “Che cosa sarebbe successo se Chris Lattner (papà di Swift, ndr), non avesse reso open source LLVM (un compilatore altamente performante)?”

Ind.ie spiega che non rendere Swift open source insieme a Metal, le nuove librerie e API dedicate alla creazione di videogiochi e alla gestione della grafica avanzata per iPhone e iPad, complica la vita degli sviluppatori, rendendo difficile il porting verso Android, costringendoli a scegliere tra le due piattaforme di riferimento.

swift open source INdie

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Raro sconto Apple Studio Display, solo 1599€

Su Amazon comprate al minimo storico gli Apple Studio Display con vetro standard e inclunazione variabile. Solo 1599 € invece di 1799
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità