Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Hardware e Periferiche » SSD SanDisk e WD, cosa sappiamo finora della perdita dei dati su alcuni dischi portatili

SSD SanDisk e WD, cosa sappiamo finora della perdita dei dati su alcuni dischi portatili

Pubblicità

Come abbiamo riferito più volte (citando recentemente anche il rischio class action per WD), con alcuni dischi portatili di WD e SanDisk diversi utenti lamentano di problemi che portano all’improvvisa cancellazione dei dati che contengono. Come se non bastasse la perdita dei dati, alcuni utenti segnalano che il problema si verifica non è possibile inizializzare da capo le unità e riutilizzarle o che file scompaiono ogni qual volta si cerca di salvarli. Di seguito un riassunto di ciò che sappiamo finora per consentire agli utenti di prendere le dovute cautele (se avete dati importanti sui dischi in questione, copiateli su dischi diversi di altre marche).

Quali sono gli SSD che presentano il problema?

Secondo quanto indicato in una pagina di supporto di WD, il problema sembra riguardare le unità SanDisk Extreme Portable SSD V2, SanDisk Extreme Pro Portable SSD V2 e la linea WD My Passport SSD. I modelli citati espressamente nel documento sono:

  • SanDisk Extreme Portable 4TB (SDSSDE61-4T00)
  • SanDisk Extreme Pro Portable 4TB (SDSSDE81-4T00)
  • SanDisk Extreme Pro 2TB (SDSSDE81-2T00)
  • SanDisk Extreme Pro 1TB (SDSSDE81-1T00)
  • WD My Passport 4TB (WDBAGF0040BGY)

Vistando questa pagina è possibile indicare il numero di serie del dispositivo (indicazione che si trova normalmente sulla confezione o sul retro del dispositivo stesso) per capire se è necessario un aggiornamento del firmware per il dispositivo.

Non ci sono conferme ufficiali da parte del produttore, ma secondo quanto riferito da vari utenti il problema sembra riguarda le unità prodotte dopo novembre 2022 e c’è anche chi riferisce (ma mancano conferme ufficiali) di inconvenienti anche con le unità da 500 GB, 1 e 2 TB

Recensione SSD portatile SanDisk

Qual è esattamente il problema?

I dischi esterni in questione cominciano a mostrare problemi quando si cominciare a superare metà dello spazio disponibile, evidenziando tipicamente prima errori di lettura e scrittura e poi sparendo improvvisamente (come se non fosse inizializzato).

C’è modo di recuperare i dati?

Con i mezzi che ha tipicamente in casa l’utente, no. Se serve (se sui dischi sono presenti dati preziosi e fondamentali) si può fare un tentativo rivolgendosi a società specializzate nel recovering; si tratta di servizi generalmente molto costosi ma alcune di queste aziende offrono la possibilità di recuperare eventualmente anche poche cartelle specifiche; alcune aziende, inoltre, si fanno pagare a patto che riescano realmente a recuperare i dati (e quindi hanno tutto l’interesse per portare a termine il compito).

Sto usando un drive di quelli interessati ma funziona, cosa faccio?

Copiate prima possibile tutti i dati del disco in questione su un diverso supporto. Il nostro consiglio è di NON usare drive potenzialmente difettosi fino a quando WD non farà chiarezza sulla situazione.

WD ha rilasciato un firmware che risolve i problemi?

WD ha rilasciato un firmware che – teoricamente – dovrebbe risolvere la disconnessione imprevista dei prodotti SanDisk Extreme Portable SSD V2, SanDisk Extreme Pro Portable SSD V2 e WD My Passport SSD dal computer ma molti utenti affermano che anche con il firmware nuovo installato il problema si presenta lo stesso.

Sono al sicuro con SSD esterni di altre marche?

Dati importanti è meglio copiarli su più dischi. Se volete stare al sicuro è bene adottare quella che si chiama regola del backup 3-2-1, nella quale ogni numero rappresenta una caratteristica del backup:

3: sta per tre versioni dei dati che intendete salvare, ossia l’originale su cui state lavorando più due copie.

2: sta per due diversi tipi di supporto da usare per il salvataggio dei dati, ad esempio un disco rigido e cloud.

1: sta per una copia “off-site”, in altre parole un set di dati salvato su un supporto che non si trova all’interno degli stessi locali o nello stesso luogo in cui sono archiviate anche le altre copie

 

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag mai così economici, 4 pezzi a 90,90 €

Su Amazon l'Airtag in confezione da quattro va al minimo storico. Solo 90,90 € invece di 129,99€
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità