fbpx
Home Macity Futuroscopio Facebook va oltre il "mi piace": ?,?,?,?, e ? presto disponibili per...

Facebook va oltre il “mi piace”: ?,?,?,?, e ? presto disponibili per tutti

Le reazioni Facebook saranno presto disponibili per tutti nelle prossime settimane. Testate dallo scorso novembre in alcuni paesi, le reazioni, di fatto delle “faccine”, saranno la prima vera alternativa al mi piace, rispondendo a una specifica esigenza che consentirà agli utenti di rispondere ai post degli amici con un’emozione più specifica (e spesso più adeguata) di un generico e spesso non rispondente all’esatta emozione, del classico “mi piace”.

Ad oggi sono state testate Love, Haha, Wow, Sad e Angry, oltre allo Yay; quest’ultimo, però, non troverà spazio nel rilascio finale per il significato poco universale, almeno secondo quanto sostenuto da Chris Cox, responsabile del progetto in Facebook, in un articolo pubblicato su Bloomberg, che ha riportato la notizia. Eccole qui di seguito: ?,?,?,?, e ?.

Le reazioni Facebook sono nate dunque con la specifica esigenza di offrire uno strumento di espressione più puntuale e adeguato di un “mi piace”: l’iconico pollice alto di Facebook si dimostra infatti inadatto in alcune situazioni, primi fra tutti gli eventi tristi o i lutti.

Lo stesso Mark Zuckerberg ha approfondito la questione con una dichiarazione data agli investitori:

«La filosofia alla base della decisione è che quando hai solo un pulsante “mi piace”, se si condivide un contenuto triste o qualcosa che ti fa arrabbiare, la gente non ha strumenti per reagire. E quindi, nel corso del tempo la comunità si sente meno a suo agio nel condividere contenuti su Facebook. Vogliamo che le persone siano in grado di condividere tutte le cose che sono significative per loro, non solo le cose felici e cose che “piaceranno” alla gente quando le vedono».

reazioni facebook

Temendo dunque anche un calo nelle condivisioni dei contenuti – in pratica la “benzina” del social network – Facebook ha deciso di esplorare questa alternativa, che sopperirà alle difficoltà di modulare le emozioni. Basterà tener premuto il classico bottone “mi piace” per veder apparire le nuove icone (rappresentate per lo più dai classici emoji gialli), selezionabili in luogo di un banale mi piace.

Oltre alla notizia sulle reazioni Facebook, Cox svela anche qualche retroscena sulla storia del “mi piace” stesso. Quel pulsante – ora dato per scontato e parte integrante dell’identità di Facebook – ha causato un sacco di dubbi interni quando è stato introdotto.

La squadra che l’ha creato si chiese più volte se avrebbe spento la voglia di commentare, se rendere i mi piace pubblici o privati, valutando anche la possibilità che potesse scomparire dopo pochi mesi. Resta da vedere se non saranno le reazioni di Facebook a fare questa fine…

 

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,796FansMi piace
92,871FollowerSegui