Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » News » Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

Amazon Luna è arrivato in Italia da qualche settimana. Si tratta del servizio di giochi in streaming di Amazon, che punta a ridefinire il settore grazie alla grande compatibilità del sistema con diverse piattaforme. Sostanzialmente, per iniziare a giocare con Amazon Luna sarà necessario disporre soltanto di un qualsiasi dispositivo tra PC, Mac, FireStick, Smart TV compatibili e un joypad bluetooth. Ecco cosa ne pensiamo dopo averlo provato.

Cos’è Amazon Luna

Come già anticipato, si tratta sostanzialmente di una piattaforma, accessibile tramite dispositivi compatibili, all’interno della quale confluiscono diversi giochi, che l’utente potrà riprodurre senza avere bisogno di un hardware performante. I giochi, infatti, vengono riprodotti in streaming, ragion per la quale non si dovranno possedere requisiti hardware importanti.

Dispositivi compatibili

Al momento è possibile accedere a Luna tramite browser web su PC, Mac, Chromebook, iPhone, iPad o Android. Da notare che Safari è compatibile su iPhone e iPad, ma non su Mac, dove invece è necessario utilizzare Chrome o Microsoft Edge.

Ancora, Luna è presente come app su dispositivi Fire TV, che abbiano Fire OS 5 o versioni successive. Inoltre, è accessibile da Tablet Fire versione 2018 o successiva.

Ultimo, non per importanza, Luna è presente su Smart TV Samsung
2023, 2022 e monitor Samsung 2022 (versione 1302 e successive),
Smart TV Samsung 2021 (versione v2111.1 e successive) e Samsung Smart Monitor (versione 2501 e successive) o Smart TV Samsung 2020 (versione 2501 e successive).

Il servizio è presente anche su Smart TV LG 2023 (versione TV WebOS: 6.3.2-423 o successive) Versione software: 03.34.55 o successive, Smart TV LG 2022 (versione TV WebOS: 7.3.0-16 o successive) Versione software: 03.30.16 o successive, Smart TV LG 2021 (Versione TV WebOS: 6.3.2-423 o successive) versione software: 03.34.55 o successive.

Come iniziare

La prima cosa da fare, dunque, è scaricare l’app Luna o accedere tramite web browser sul sito ufficiale. A questo punto, dopo aver eseguito l’accesso con il vostro account Amazon avrete a disposizione la libreria di giochi tra cui scegliere.

Piani di abbonamento

Se siete abbonati ad Amazon Prime avrete accesso ad una prima serie di giochi in modo del tutto gratuito. Si tratta, al momento, di una serie di 8 giochi, tra cui Fortnite, Trackmania e Pocket Racing.

Un piano più sostanzioso è Luna+, che costa 9,99 euro al mese e consente l’accesso a oltre 100 giochi.

Ancora, esiste il piano jackbox games, che costa 4,99 euro al mese che fornisce acceso a tutti i titoli dell’editore.

Ultimo, quello più sostanzioso, è il piano Ubisoft+, che costa 17,99 euro al mese e che consente l’accesso a tutti i titoli dell’editore francese, che consta naturalmente di svariate IP Tripla A, tra cui la serie di Assassin’s Creed e Far Cry.

 La scelta del controller

Fortunatamente, Amazon non ha legato l’utilizzo di Amazon Luna al suo controller anche se riferisce che quest’ultimo offre una latenza estremamente ridotta. Nel corso della nostra prova abbiamo provato differenti controller: da quelli 8BitDo al pad di Xbox One Series.

Tutti sono stati riconosciuti senza alcun problema. E’ sufficiente abbinare il pad al Mac o ad una Fire TV, per vederlo riconosciuto all’interno della piattaforma Luna. Ci sono, però, delle avvertenze da non sottovalutare.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

Nonostante tutti i pad da noi testati, alcuni dei quali generici o e piuttosto economici, siano stati correttamente riconosciuti, non tutti offrivano una mappatura dei tasti eccellenti su Mac. Ad esempio, con gli ottimi pad di 8BitDo abbiamo avuto problemi per la mancanza di alcuni tasti. Con Ride 4, il titolo di corse automobilistiche, non siamo riusciti ad andare oltre ai menù di impostazioni, dove veniva richiesto di premere un tasto azione che nei pad non è presente.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

Con Guacamelee, invece, tramite questi pad non era possibile accedere alla mappa, elemento fondamentale per sapere dove andare e cosa fare. L’unico pad che abbiamo trovato compatibile al 100% è quello di Xbox One Series, che peraltro ci ha fornito anche le migliori prestazioni, con una latenza davvero ridotta al minimo, quasi zero.

Discorso differente, invece, quando abbiamo fatto accesso a Luna tramite Fire Stick TV Lite: qui gli stessi pad sono stati in grado di richiamare la mappa in Guacamelee, così come selezionare le opzioni di luminosità nei menù di Ride 4.  Non campiamo il perché di questa differenza: laddove su Mac il tasto select non era in grado di effettuare alcune funzioni, su Fire Stick invece sì.

Poco male, comunque, considerando che su Mac potevamo fare affidamento sulla tastiera per i tasti che altrimenti non venivano riconosciuti sul controller. Non la scelta ideale, ma comunque utile per continuare a giocare.

Funzionamento

Come già accennato, abbiamo testato Amazon Luna su due diverse postazioni: un Mac mini M1 e una modestissima Fire Stick TV Lite primo modello. Ovviamente, Amazon Luna è una piattaforma di giochi in streaming e per questo non necessità di grandi capacità hardware per funzionare. Eppure, abbiamo notato delle differenze, ma in favore del dispositivo meno prestante.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

La premessa è che per prestazioni ottimali, Amazon Luna richiede reti cablate (Ethernet) o wireless a 5 GHz con una velocità minima  per lo streaming di 10 Mbps. I nostri test sono stati effettuati con entrambe le postazioni collegate al WiFi 5 Ghz, con Fibra Vodafone a 1Gbps max.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

Entrambe le postazioni risultano essere parecchio distanti dal router, ed in entrambi i casi sono presenti muri portanti tra router e postazioni.

Su Mac con Chrome

Durante la prova tramite web. browser con il Mac abbiamo registrato i problemi dei controller di cui sopra: tutti venivano perfettamente riconosciuti, ma solo il pad Xbox ci consentiva di accedere a tutte le funzioni richieste.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

Le performance di gioco si sono rivelate più che sufficienti, anzi piuttosto buone. Ridotti al minimo i lag, quasi assenti, così come buoni sono risultati gli input dal controller. In sostanza, siamo riusciti a giocare a qualsiasi gioco tra quelli presenti nella lista Luna senza alcun problema.

Di tanto in tanto si registrava qualche leggero calo alla grafica, certamente dovuta alla rete wireless utilizzata e alla distanza dal router, ma nulla che possa inficiare la qualità complessiva, che è rimasta per tutto il corso della prova, molto elevata.

Su Fire TV Stick Lite

Ancor meglio è andata la prova su Fire Stick TV Lite di prima generazione, la meno performante per intenderci. In questo caso, addirittura, la distanza dal router era maggiore, eppure le prestazioni di Luna sono risultate visibilmente migliori.

Anzitutto, come già anticipato, tutti i controller rispondevano perfettamente alla mappatura dei tasti richiesta. Inoltre, la fluidità dello streaming ci è parsa migliore, così come leggermente migliore l’input proveniente dai controller.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

Su questa modestissima Fire TV Stick Lite ci è parso quasi di essere di fronte ad una normale console. In questo aiuta l’applicazione dedicata, con una UI ancor più ottimizzata e possibilità di gestire tutto interamente dal controller.

Ci ha davvero sorpresi, considerando che si tratta di una chiavetta che nei semplici menù del sistema operativo, di tanto in tanto, presente lag evidenti. Avviata l’app Luna, invece, sembrava di avere tra le mani una normale console da gioco, con prestazioni eccellenti.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming

Ovviamente, la qualità grafica non è certamente equiparabile a quella che si ottiene su una PS5 o un PC gaming di fascia alta, anche perché titoli in catalogo sono per lo più datati o comunque non puntano tutto sulla grafica. Ad ogni buon conto, sia la qualità visiva, che le performance complessive, sono da promuovere.

Cosa non ci piace

Fin qui sembra di essere davvero di fronte al servizio di giochi in streaming perfetto: estrema facilità di ingresso, ampia compatibilità, prestazioni davvero buone con configurazioni totalmente standard. Eppure, non ci sentiamo di promuovere, ad oggi, il servizio.

Il perché è presto detto: costi e catalogo giochi. Partiamo dal piano gratuito Amazon Prime. Con l’arrivo di Luna, Amazon aveva la possibilità di rispondere alle critiche degli utenti sul rincaro che il servizio Prime ha avuto nell’ultimo anno. Se avesse infarcito il catalogo Luna di giochi accessibili gratuitamente, nessuno avrebbe avuto più da ridire.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming
Il catalogo Prime è davvero scarno

Ed invece, il piano Amazon Prime di Luna conta al momento solo 8 giochi. Tutti estremamente trascurabili. Non perché non siano validi, ma perché si tratta di giochi che il 99% degli utenti avrà già su altre piattaforme: Fortnite, Pocket Racing e poco altro ancora.

Va, relativamente meglio (o peggio), con Luna+. Qui i titoli disponibili sono oltre 100, ma anche in questo caso – se dobbiamo essere totalmente sinceri – abbiamo faticato a trovare qualcosa di nuovo con cui giocare. Per un gamer che dispone già di console sarà difficile apprezzare il catalogo Luna+ oggi presente.

Ci sono sì bei giochi, ma nulla che non si possa trovare a prezzi davvero economici su console, o addirittura presenti su altri servizi in abbonamento come Game Pass. Molto titoli presenti in catalogo risultano piuttosto datati, altri sono Indie veramente belli, ma il cui costo su altre piattaforme sfiora i pochi euro, rendendo di fatto l’offerta di Luna+ piuttosto costosa considerando l’abbonamento mensile di 9,99 euro. Peraltro, i giochi Tripla A presenti in questo catalogo sono davvero pochi.

Proviamo Amazon Luna, luci e ombre del nuovo servizio di giochi in streaming
Il catalogo Ubisoft+ è il pico ricco, ma anche il prezzo sale

Se si guarda a Ubisoft+ ci si scontra subito con un prezzo che potrebbe far storcere il naso: 17,99 euro al mese, più di quanto costi il Game Pass Ultimate di Microsoft. E’ vero che qui non spenderete i soldi iniziali per la console, ma il catalogo si Ubisoft su Luna al momento costa soltanto di 48 giochi. Anche in questo caso, un gamer medio, farà difficoltà a trovare giochi di proprio interesse ai quali non abbia già giocato prima su altre console.

Nel catalogo Ubisoft+ ci sono comunque giochi che, da soli, valgono un solo mese di abbonamento, come ad esempio il recentissimo Assasin’s Creed Mirage. In questo caso, dunque, ad un costo praticamente irrisorio, senza necessità di acquistare una console, l’utente si troverà ad avere a disposizione l’ultimo degli Asassin’s Creed con una spesa modestissima, a patto di avere un pad in casa e di non dover acquistare il Luna controller a 69 euro.

Conclusioni

C’è davvero tanto potenziale in questo Amazon Luna. Il servizio funziona, offre un accesso immediato da praticamente qualsiasi postazione, con performance davvero godibili. Peccato, però, che al momento il catalogo non risulta per niente allettante, salvo rare eccezioni.

Al momento, potrebbe essere un servizio interessante per l’utente che individua un gioco al quale ha sempre voluto giocare, e che si abbona magari per un mese proprio per finirlo. L’esempio potrebbe essere un Assasins’ Creed, un Far Cry o un altro titolo Tripla A: chi non ha console e non vuole spendere centinaia di euro per averla, potrebbe decidere di spendere qualche decina di euro per abbonarsi, completare il titolo e poi disattivare l’abbonamento.

Amazon Luna lascia un po’ l’amaro in bocca: potrebbe essere un punto di riferimento per un certo target di giocatori, ma dovrà fare di meglio per migliorare il rapporto qualità prezzo.

In estrema sintesi, al momento non è un servizio che ci sentiamo di consigliare ad un gamer di lungo corso, che ha già esperienza su PC o console; piuttosto, potrebbe essere il giusto trampolino per entrare nel mondo del gaming Tripla A, per testare qualche titolo di proprio interesse, senza spendere cifre per console o PC gaming di fascia alta.

Pro

  • Facilità di utilizzo
  • Ampia compatibilità
  • Prestazioni davvero soddisfacenti
  • Controller terze parti compatibili

Contro

  • Libreria piuttosto scarna
  • Il piano Prime è davvero scarno

Link utili

Sto caricando altre schede...
Sto caricando altre schede...
Sto caricando altre schede...

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto pazzesco del 22% per iPhone 14 da 256 GB, solo 899€

iPhone 14 128 GB, sconto del 20% e prezzo di solo 699€

Su Amazon torna in sconto e al minimo di sempre l'iPhone 14 nel taglio da 128 GB. Lo pagate 699 € invece che 870 € in quasi tutti i colori

Ultimi articoli

Pubblicità