Recensione AOSO G18, le cuffie Bluetooth per gli sportivi

Macitynet testa le cuffie per sportivi AOSO G18, dal design aggressivo e resistenti contro sudore e pioggia. Il prezzo estremamente low cost è il punto forte.

Sono davvero tante le tipologie di cuffie e auricolari disponibili al giorno d’oggi per smartphone e tablet. Questa volta Macitynet mette alla prova gli auricolari bluetooth AOSO G18, dal design aggressivo, per sportivi che pensano già al jogging post festività, per rimettersi in forma dopo le grandi abbuffate.

Si tratta di una periferica particolarmente economica, che non rinuncia, anzitutto, ad un design gradevole, a patto che si amino le colorazioni forti e che non si lasci spaventare dalle dimensioni. Pur essendo auricolari in-ear, infatti, hanno driver piuttosto sporgenti, che a livello dimensionale superano di gran lunga le misure di altri prodotti concorrenti. Sono comunque leggerissime, e una volta indossate, quasi non ci si fa caso. Inoltre, grazie al particolare archetto in plastica, risultano stabili alle orecchie, così che anche durante la corsa non si corra il rischio di perderle. Gli auricolari utilizzano l’ultima tecnologia bluetooth 4.1, ma sono legati tra loro da un filo in gomma, che può essere regolato grazie ad una piccola asola in plastica presente all’interno del bundle di vendita. Sono anche disponibili, oltre al cavo MicroUSB per la ricarica, anche ulteriori gommini in silicone, di varia dimensione, per meglio adattare gli auricolari al proprio orecchio.

AOSO G18

Mentre sull’auricolare sinistro è presente l’ingresso MicroUSB per la ricarica, su quello destro è presente il tasto multifunzionale, per accensione/spegnimento/accoppiamento e i tasti per regolare volume, oltre al foro del microfono che consente di effettuare chiamate. Se dal punto di vista estetico e della comodità nulla si può obiettare alle cuffie, sulla qualità audio occorre necessariamente accettare qualche compromesso, considerando il costo davvero contenuto di questi auricolari.

aoso14

Come suonano

Il volume è particolarmente forte e, sebbene non si tratti di cuffie on ear, offrono comunque un leggero isolamento rispetto all’area circostante. Questo è sicuramente un fattore positivo, considerando che si tratta di cuffie adatte per il jogging, o l’attività fisica da svolgere comunque all’aperto, in zone solitamente rumorose. Sulla qualità vera e propria non si può tacere qualche riserva: in particolare, il suono risulta particolarmente freddo, quale che sia il genere musicale che si sta ascoltando. Normale la mancanza di note basse, ma in generale il suono è poco profondo e corposo, poco avvolgente. La voce dei cantanti, comunque, risulta sempre ben percepibile, e senza alcun tipo di disturbo; per questo, infatti, anche le chiamate risultano di piacevole fattura. Ovviamente, la qualità del suono dipende anche molto dal posizionamento dell’auricolare, ragion per la quale è consigliabile provare i vari gommini disponibili nella scatola, per meglio adattare la cuffie al proprio orecchio.

aoso4

L’autonomia risulta assolutamente nella media, con una riproduzione musicale che si aggira sulle 5 ore circa, mentre in stand by ci si dimenticherà di doverle ricaricare. Godono della certificazione IPX4, dunque resistenti contro schizzi d’acqua e  pioggia, nebbia e foschia,  e naturalmente contro il sudore.

aoso1

Conclusioni

Design aggressivo, molto piacevole nella colorazione verde e grigia in prova; risultano comode e adatte per la corsa, permettendo anche chiamate vocali. Non si tratta di cuffie per audiofili, e non potrebbe essere altrimenti considerando il costo davvero contenuto, ma in generale la qualità audio  poteva essere leggermente migliore.

Su Amazon costano 23,99 euro; si acquistano da qui.

PRO

  • Bel design
  • stabili all’orecchio
  • Prezzo contenuto

CONTRO

  • Suono un po’ freddo