Recensione Assassin’s Creed Pirates, battaglie navali tra i mari dei caraibi su iOS

Per diventare il pirata più temuto e rispettato del Mar dei Caraibi in Assassin's Creed Pirates per iOS dobbiamo gestire galeoni e cannoniere in spettacolari battaglie navali in tempo reale, alla caccia di vittorie e tesori nascosti. Costa 4,49 euro per iPhone e iPad

Assassin’s Creed Pirates è l’ultima fatica di Ubisoft che porta nuovamente il suo brand di punta su iPhone e iPad con uno spin off appositamente creato per i dispositivi mobili. E’ bene, anzitutto, soffermarsi sulla natura del titolo, che non ha nulla a che vedere con l’azione e l’avventura del free roaming game proposto su PC e console. O almeno, per una buona parte, Assassin’s Creed Pirates può essere equiparato al capitolo Black Flag. La parte dedicata agli scontri in mare. Ed infatti, in questo Pirates per iPhone e iPad mancano totalmente le sessioni in cui correre, camminare e arrampicarsi sui tetti per le varie città, dato che il gioco si concentra esclusivamente sugli scontri in mare. Quanti si aspettano, pertanto, una versione iOS del noto gioco presente su Xbox e Playstation, resteranno in parte delusi. D’altro canto, però, il tema delle battaglie in mare tra pirati non è poi troppo inflazionato in App Store e la scelta di Ubisoft potrebbe risultare vincente. In parte lo è, in parte no.

Un primo elemento di gioco, che poteva essere affrontato in modo più approfondito e interessante è la trama. Assassin’s Creed, nel corso degli anni, ha saputo incuriosire il giocatore anche per via di una trama fitta, contorta e comunque articolata. La storia affascinante di templari, assassini e, in ultimo pirati, ha giocato un ruolo importante all’interno dell’intero brand. In Pirates, purtroppo, questo aspetto è stat un po’ messo da parte e le premesse di gioco sono affrontante in modo abbastanza frettoloso e superficiale. Non si comprende, ad esempio, come e perché il protagonista Alonzo Batilla si trovi in poco tempo a governare una maestosa nave. Insomma, l’elemento narrativo non è tra i più interessanti e curati.

Elemento narrativo a parte, lo scopo di gioco è quello di guidare un grosso vascello alla ricerca di missioni da compiere in alto mare. Per guidare l’imbarcazione è possibile scegliere tra due differenti sistemi di controllo: tattile e accelerometro. Nel primo caso sarà necessario toccare un grosso timone per impartire la direzione alla nave, mentre con i tasti virtuali posizionati sulla sinistra dello schermo sarà possibile incidere sulla velocità della nave, alzando o ammainando le vele. Viaggiando alla velocità più sostenuta la visuale si spostare in terza persona dietro l’imbarcazione, mentre a velocità ridotte è possibile restare con una inquadratura all’interno del vascello, davvero suggestiva e originale.

IMG_0807