Recensione Koogeek S1, la bilancia impedenziometrica che si abbina allo smartphone

Macitynet mette alla prova Koogeek S1, una bilancia Bluetooth pensata per sportivi, per chi segue una dieta particolare o semplicemente per tenersi in forma

Con l’avanzare della tecnologia negli oggetti ed elettrodomestici che abbiamo in casa, chi pratica sport ma anche chi vuole semplicemente tenersi in forma potrebbe desiderare di più da una bilancia.

Tra le varie soluzioni disponibili in commercio la nostra redazione ha avuto modo di mettere alla prova Koogeek S1, una bilancia che funziona come molte altre mostrando il peso rilevato sul display incorporato ma che, interfacciandosi allo smartphone tramite Bluetooth, può andare oltre la semplice pesatura, impiegando alcuni sensori integrati per analizzare l’impedenza bioelettrica e misurare così indice di massa corporea, metabolismo basale, grasso viscerale, massa ossea e massa magra, nonché la percentuale di acqua e grasso nel corpo.

Recensione Koogeek S1

Primo contatto: design e qualità di alto livello

La bilancia arriva a casa ben imballata all’interno di una confezione in cartone. Rimossa la busta protettiva, la bilancia appare davvero ben fatta, a partire dal piatto in vetro, sinonimo di qualità in un prodotto che generalmente può anche optare per la più economica plastica. Di questo materiale, molto robusto e di ottima fattura, è il resto del prodotto, a partire dalla cornice, con finitura argentata, passando poi per il fondo, bianco ed accompagnato da quattro ampi piedini circolari in gomma che ne migliorano l’aderenza anche su pavimentazioni piuttosto lisce.

Pesa intorno ai due chilogrammi ed è di forma quadrata (circa 32 cm per lato, ed è spessa 2,5 centimetri) anche se piuttosto arrotondata ai lati ed agli spigoli. Il display è posizionato sul lato superiore del piatto in vetro: è invisibile quando spento, ma la posizione si riconosce per via dell’area più chiara che lo circonda. Il piatto è di colore bianco con riflessi azzurri o verdi a seconda del tipo di luce che lo illumina. Di colore più chiaro, oltre all’area del display, c’è una sorta di croce che delimita le quattro aree della bilancia, che fungono anche da guide per la corretta posizione dei piedi. Al centro c’è infine un componente in alluminio anodizzato di forma circolare che porta impresso il logo dell’azienda.

Configurazione iniziale: troppi obblighi

Sul fondo della bilancia è presente una linguetta in carta plastificata che blocca il collegamento di una delle quattro batterie stilo AA (incluse) per evitarne il consumo anticipato prima della vendita. Rimossa la linguetta non sarà comunque possibile cominciare ad utilizzare la bilancia: provando a salirci sopra, sul display comparirà la dicitura “Set” ad indicare la necessità di configurazione tramite l’app per l’attivazione del dispositivo.

Non resta quindi che prendere lo smartphone e scaricare l’applicazione Koogeek disponibile gratuitamente su App Store per iPhone o su Play Store per dispositivi Android. All’avvio sarà possibile registrarsi per creare il proprio profilo ed avere così tutti i dati sincronizzati ad un account ed abbinare la bilancia.

Recensione Koogeek S1

Alla prima configurazione sarà necessario aprire il vano delle batterie per poter accedere al pulsante Reset, che andrà premuto per più di 5 secondi ed attivare così la modalità di accoppiamento Bluetooth con il dispositivo. Nonostante scheda tecnica e sito ufficiale dichiarano che è possibile sfruttare la connessione Bluetooth o, se ci si trova in casa, quella WiFi, per poter sincronizzare le misurazioni della bilancia con il dispositivo e l’account, in base alle nostre prove sono necessarie entrambe per poter configurare il dispositivo e cominciare ad utilizzarlo.

Al primo tentativo abbiamo infatti ignorato la richiesta di collegamento del WiFi optando per il solo Bluetooth e ci siamo ritrovati, a fine configurazione, con una bilancia che continuava a mostrare il solo messaggio “Set” ogni qual volta provavamo a salirci sopra. Non resta quindi che accettare il fatto di avere a disposizione una connessione WiFi per poter quantomeno attivare la bilancia, un problema non di poco conto se si ignora questa fase al primo tentativo. Al termine non è infatti possibile annullare l’abbinamento per effettuarlo nuovamente dall’inizio, quindi ci si ritrova costretti a girovagare per le voci di menù che, tra le altre cose, sono a metà in inglese e per un’altra metà in una traduzione in italiano non precisissima (a tal proposito consigliamo di impostare la lingua inglese per tutta l’applicazione dalle Impostazioni all’interno dell’app). Per configurare il WiFi dovrete in sostanza selezionare poi il simbolo della bilancia nella scheda “Linea temporale” (Timeline), quindi i tre puntini in alto a destra nella nuova finestra, e poi ancora su “Gestore della Connessione WiFi” (WiFi connection manager), quindi seguite le indicazioni su schermo.

Test sul campo: precisa al decimo di grammo, ma migliorabile

Quando finalmente la bilancia sarà operativa, sarà possibile posizionarla in camera, al bagno o dove più si preferisce e semplicemente salirci sopra per misurare il proprio peso nel giro di pochi secondi. La bilancia è molto precisa, abbiamo confrontato le varie misurazioni con una bilancia meccanica correttamente tarata ottenendo la stessa misurazione da entrambe.

Chiunque può salirci per misurare il proprio peso. L’applicazione permette di gestire fino a 16 utenti contemporaneamente, ma se l’app non è avviata ed il dispositivo al quale si fa riferimento non è collegato tramite Bluetooth al dispositivo, la bilancia sarà proprio come tante altre bilance elettroniche.

Recensione Koogeek S1

Il bello viene quando si utilizza in combinazione con l’app tramite Bluetooth: in questo caso, tutte le misurazioni saranno sincronizzate nell’account, dove verranno poi raccolte in uno storico delle varie misurazioni visibile anche attraverso un grafico per mostrare l’andamento nel tempo. Se si consente all’app di attingere il numero di passi giornalieri dall’app Salute (su iOS), questi verranno sincronizzati nel sistema mostrandoli in primo piano su schermo, con tanto di obiettivo giornaliero (in %) da raggiungere (di default vengono impostati 10.000 passi). Tra gli obiettivi si può anche impostare un peso che si desidera raggiungere, con una panoramica rapida che mostra i Kg da prendere o perdere e quanti sono stati presi o persi nell’ultima settimana.

Perché comprare Koogeek S1

Chi sceglie questa bilancia principalmente non lo fa soltanto per tenere d’occhio il proprio peso corporeo o quello di tutta la famiglia. Come anticipato, grazie ad alcuni sensori, è in grado di analizzare l’impedenza bioelettrica del corpo per misurare parametri particolarmente utili quando si segue una dieta o ci si allena con frequenza.

In tal caso bisogna tenere a mente due condizioni: le misurazioni devono essere effettuate a piedi nudi e necessariamente con Bluetooth del dispositivo associato attivo e l’applicazione avviata in primo piano. Questo perché il sistema non funziona se si indossano scarpe o calzini, inoltre la bilancia non è dotata di una memoria interna che memorizza le precedenti misurazioni, quindi non sarà in grado di sincronizzarle in futuro, senza dimenticare che il display è in grado di mostrare il solo peso corporeo e non tutti i parametri che il dispositivo è effettivamente in grado di monitorare.

Recensione Koogeek S1

Il dispositivo comunque riconosce quando la pesatura avviene con i calzini o senza: nel primo caso, si limita a mostrare il peso corporeo sul display della bilancia, nel secondo caso, dopo la misurazione di quest’ultimo, partirà una animazione (un lampeggio di alcuni quadrati) che starà a significare l’attivazione del sistema per il rilevamento degli altri parametri. Al termine, generalmente entro 3-5 secondi, sul display della bilancia sarà mostrato nuovamente il peso precedentemente misurato, mentre nell’applicazione sarà possibile accedere al report che, in un’unica schermata, raccoglie i dati di peso, indice di massa corporea (in realtà per questo viene semplicemente applicato un calcolo matematico che tiene conto dell’altezza dell’utente), metabolismo basale, grasso viscerale, massa ossea, massa magra, percentuale di acqua e grasso nel corpo.

E’ anche possibile usare la bilancia per pesare un neonato: l’app semplicemente misura inizialmente il peso dell’adulto, quindi confronta il primo valore con il peso dell’adulto con il braccio il bambino per segnalare poi, su schermo, il peso effettivo del neonato. Abbiamo fatto una prova imbracciando due bottiglie d’acqua da 1,5 litri ciascuna a conferma della precisione della bilancia, che ha dichiarato 3 Kg per il peso del nostro bambino immaginario.

Conclusioni

Koogeek S1 fa quel che promette. La configurazione iniziale non è agevole, l’applicazione potrebbe essere migliorata, ma allo stato attuale (i nostri test si sono svolti su iPhone 6 Plus con la versione 1.0.3 dell’app) funziona comunque discretamente bene ed offre tutto ciò di cui si ha bisogno. E’ sicuramente un’ottima soluzione per chi si allena tutte le settimane, per chi fa sport e vuole ad esempio controllare lo sviluppo muscolare o per chi segue una dieta specifica e vuole tenere d’occhio la percentuale di grasso corporeo.

Pro

– Materiali di qualità
– Design moderno
– Precisa al decimo di grammo
– Può analizzare l’impedenza bioelettrica

Contro

– Obbligo di Bluetooth e WiFi per la configurazione iniziale
– Senza smartphone misura solo il peso
– Non ha una memoria per sincronizzare le pesate successivamente

Design:
(5,0 / 5)
Facilità-d'uso:
(3,5 / 5)
Prestazioni:
(5,0 / 5)
Qualità/Prezzo:
(4,0 / 5)
Average:
(4,4 / 5)

Prezzo al pubblico

Koogeek S1 è in vendita su Amazon per 79,99 euro spedizione inclusa.

Recensione Koogeek S1

  • Gianni Ceccano

    Poi magari spiegate come fate ad affermare che le misurazioni della bilancia sono precise (a parte il peso) e dargli 5/5 stelle alla voce prestazioni, senza un macchinario di riferimento sui valori che avrebbe dovuto misurare.
    Pubblicare la recensione di una bilancia per sportivi che non valuta le sue funzioni specifiche è come fare una recensione dell’iphone e dire che in effetti telefona abbastanza bene.