Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Hardware e Periferiche » Recensione Orico USB-4 NVMe, case SSD M.2 piccolo, veloce e comodo da trasportare

Recensione Orico USB-4 NVMe, case SSD M.2 piccolo, veloce e comodo da trasportare

Pubblicità

Il case per memorie Orico USB-4 NVMe è un esempio molto importante di come le unità SSD di tipo M.2 (Next Generation Form Factor) si siano affermate negli ultimi anni tanto da diventare oramai comuni con vantaggi enormi in termini di velocità e praticità.
Ne parliamo qui in una prova pratica.

Confezione

La confezione dell’Orico USB-4 NVMe è un esempio perfetto di semplicità e pragmatismo: ad una copertura di cartone fa seguito un profilato sottile di plastica che ospita il case, un piccolo sacchetto con le viti, un cacciavite, e qualche depliant per le istruzioni e le norme di sicurezza, oltre ovviamente ai due cavi USB-C/USB-C e USB-C/USB-A lunghi 30 centimetri l’uno.

La presenza del cacciavite è essenziale perché la vite principale che chiude il coperchio è di topo TORX (detta anche impronta esalobata o TX, un formato che ad esempio molti costruttori come Apple utilizza per le viti di chiusura del case nei computer) non è diffusa come le viti a croce o a taglio e non tutti gli utenti hanno un corrispettivo cacciavite in casa.

Le operazioni di assemblaggio coinvolgono circa 2 minuti e un po’ di attenzione, ma si è operativi davvero in pochissimo tempo.

Per la prova abbiamo utilizzato una memoria WD_BLACK SN750 da 2 TB, che utilizza lo stesso standard: tipicamente una memoria per computer da gaming, l’unità SSD in questione si è dimostrata perfettamente a suo agio anche per archiviazioni business e video editing.

Recensione Orico USB-4 NVMe, case SSD M.2 piccolo e veloce comodo da trasportare

L’importanza del metallo

Il case Orico USB-4 NVMe è realizzato interamente in metallo, con dimensioni di 121,7x50x15,5 millimetri, sostanzialmente poco più stretto ma appena più spesso di un iPhone.

La parte superiore mostra una sorta di dissipatore passivo, che facilita la dispersione del calore, mentre le altre superfici sono liscie e con il logo e le normative burocratiche stampate in colore bianco.

L’unico connettore USB4 presente è su uno dei lati corti, con un piccolo LED che indica il funzionamento, mentre nel lato opposto sosta una piccola maniglia che può essere comoda per l’aggancio di una cordicella, qualora si decida di usarlo frequentemente in mobilità.

Riconoscimento immediato

Una volta connesso al Mac, tramite uno dei due cavi disponibili (la cui differenza è data dal tipo di connettore e dalla velocità) questo lo riconosce subito e ne chiede la formattazione (nel caso l’SSD fosse nuova).

Da questo punto in poi non c’è molta differenza dal punto di vista dell’utilizzo rispetto ai più classici dischi SSD Sata oppure dai dischi meccanici, l’unità è vista dal Mac come unità esterna ed è possibile usarla come archivio attivo oppure (ma sarebbe un peccato) come unità di backup. Su Windows le operazioni sono le medesime.

L’unità è ovviamente molto silenziosa, non avendo parti mobili e anche il calore, provato qui anche sotto stress, non è mai stato rilevante, tanto che a noi la parte di dissipazione superiore pare superflua, ma l’accettiamo con piacere, perché da un look più aggressivo che non guasta.

Recensione Orico USB-4 NVMe, case SSD M.2 piccolo e veloce comodo da trasportare

Più trasferimenti simultanei senza problemi

La velocità rilevata differisce un po’ da quella dichiarata dalla casa produttrice, ma in sostanza possiamo dire che l’Orico USB-4 NVMe e l’unità interna WD_BLACK SN750 si sono comportati molto bene durante tutti i tipi di prove.

Abbiamo utilizzato il disco sia per la semplice copia di documenti, sia come archivio diretto per la correzione di file DNG con Adobe Lightroom Classic e come repository di alcuni file MP3/AAC da gestire con Musica, facendoli suonare nel mentre che gestivamo i file DNG.

Recensione Orico USB-4 NVMe, case SSD M.2 piccolo e veloce comodo da trasportare

Il Mac mini che ha gestito il tutto non ha una porta USB4, ma connettori Thunderbolt 3: la differenza a livello operativo e pratico tra questi due standard non è molta e l’unità si è comportata molto bene in tutte le fasi, anche nella banale gestione delle anteprime del Finder quando abbiamo aperto cartelle con centinaia di file all’interno.

La differenza con una unità SSD SATA (come questa per esempio) è notevole, abissale se confrontiamo le prestazioni con una unità meccanica. Sostanzialmente la velocità è più o meno tre o quattro volte superiore, con guadagni in termini di praticità enormi, specie quando abbiamo un passaggio dati molto alto.

Pensiamo a copia di archivi molto grandi, ma anche a gestione da parte di una app di file pesanti, come ad esempio file DNG o RAW generici, ma anche texture o clip di filmati per un montaggio video, file collegati per impaginati complessi o altre applicazioni che utilizzano librerie.

Nessun problema neppure con le App, che dialogano con il sistema come fossero installate nel disco principale del computer (l’unità SSD in prova di Western Digital nasce proprio per ospitare i giochi da archiviare esternamente).

Recensione Orico USB-4 NVMe, case SSD M.2 piccolo e veloce comodo da trasportare

Considerazioni

Durante la nostra prova, l’Orico USB-4 NVMe si è dimostrata una unità interessante, capace e valida sotto tutti i punti di vista, sia nella praticità operativa che del punto di vista della praticità.

Il retro della medaglia è che si tratta di una unità il cui costo è importante: la costruzione in metallo è parte del costo, ma soprattutto l’alta velocità data da uno standard moderno come USB4, mentre nel mercato si trovano moltissimi case con connettori USB 3.1 o 3.2, e non in metallo.

Se siete un professionista il cui valore dei dati all’interno è importante, questa unità può fare la differenza, anche a costo di pagarla più della concorrenza.

Recensione Orico USB-4 NVMe, case SSD M.2 piccolo e veloce comodo da trasportare

Pro:

• Costruzione in metallo
• Gestisce ottimamente il calore
• Molto veloce

Contro:

• Prezzo importante

Prezzo:

• 189,99 € (Orico USB-4 NVMe)
• 55,06 € (WD_BLACK SN750 500 GB)
• 109,62 € (WD_BLACK SN750 1 TB)

Orico USB-4 NVMe è disponibile a partire dal sito web della casa madre ma lo potete trovare più comodamente anche presso Amazon.it

Sto caricando altre schede...

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi iMac con chip M3, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3

Sconto del 24% su iMac M3, solo 1412 € per versione 8+10 core

Su Amazon va in sconto va al minimo l'iMac con processore M3 in versione base. Lo pagate 330 euro meno del suo prezzo di listino nella configurazione con 256 GB di disco, CPU 8-core e GPU 10-core, solo 1412 €, riobasso del 24%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità