fbpx
Home CasaVerdeSmart Recensione relè luci connesso BTicino BTI-3584C: domotica per tutti gli interruttori con...

Recensione relè luci connesso BTicino BTI-3584C: domotica per tutti gli interruttori con Homekit e Google

Il problema principale per chi vuole trasformare un impianto preesistente in un impianto domotico e “assaggiare” la Smart Home nella sua accezione di comodità e risparmio energetico è la sostituzione o, se possibile, il aggiornamento degli interruttori.

In molti casi l’utente è affezionato alle serie civili già installate in casa e pensa che sia in qualche modo impossibile aggiornare gli interruttori ad una versione domotica: in questa recensione vi dimostriamo il contrario.

Abbiamo già visto che esistono soluzioni come quelle di Fibaro (su standard Z-wave con proprio gateway o con gateway Homey o anche quella Bluetooth-Homekit che abbiamo provato su questa pagina) ma in questo caso andremo ad analizzare un prodotto integrato e/o integrabile sia in una soluzione completa come quella Living Now di Bticino sia come accessorio di un impianto in cui non volete cambiare la combinazione di placche e frutti preesistenti.

Il Relè luci connesso BTicino Living Now BTI-3584C è di fatto simile a molti Relais o switch che abbiamo provato in passato ma ha dalla sua parte tre qualità principali:

  • è prodotto/venduto da una azienda ben conosciuta dagli installatori
  • ha un prezzo molto concorrenziale nell’ambito dei relais singoli: il prezzo si aggira sui 31-37 euro Iva compresa che è più o meno la metà di quello della concorrenza tradizionale e poco superiore a quello dei prodotti “cinesi” senza grosso background in campo elettrico e con certificazioni più o meno dubbie che impediscono una installazione certificata
  • è basato su un protocollo domotico Zigbee, pensato per non invadere il vostro router Wi-Fi con decine di oggetti connessi e funzionare in rete mesh.

Recensione relè luci connesso BTicino BTI-3584C: domotica per tutti gli interruttori con Homekit e Google

Facile da nascondere e da montare

Normalmente gli impianti elettrici che avete in casa, quando un singolo punto luce ha diversi interruttori che operano su accensione e spegnimento, sono basati su deviatori o relè: Living Now Connesso  permette da una parte di sostituire i deviatori standard con deviatori connessi (ad hoc – saranno oggetto di una prossima recensione) e questo lo si fa sostituendo la placca attuale con una placca Living Now.

Da Aprile 2019, Bticino ha messo in commercio il Relè luci connesso BTI-3584C che è in grado di sostituire i relè “non connessi” di un impianto esistente (anche di terze parti) o di un Living Now già installato.

Le dimensioni del relè che vedete nella nostra galleria qui sotto sono sufficientemente ridotte (anche se non rappresentano il record di questa gamma di dispositivi) e questo permette di installarlo non solo in un quadro principale (anche se mancano gli attacchi per la slitta DIN può sostituire un relais già presente) ma anche in una scatola di derivazione oppure direttamente nella scatola 503 dell’interruttore se c’è abbastanza spazio tra fili e frutto dell’interruttore stesso.

E’ da notare che è sempre necessaria una connessione al neutro, cosa non scontata negli impianti molto datati ove sarebbe comunque necessaria una ri-cablatura anche con cavi di opportuna sezione.

Come si può vedere dagli schemi qui sotto lo switch può funzionare sia per un interruttore singolo che per un gruppo di interruttori che agisce su una accensione comune: tipicamente una lampada che si accende o spegne dai vari ingressi di una stanza o da una stanza attigua: lavorando in parallelo con un interruttore meccanico non avrete i problemi con lampade tipo Hue che non si accendono se viene a mancare l’alimentazione a monte.

Recensione relè luci connesso BTicino BTI-3584C: domotica per tutti gli interruttori con Homekit e Google

Qui l’azione meccanica diretta e quella “connessa” lavorano insieme e avrete sempre la disponibilità di accendere o spegnere in locale o da remoto la vostra lampada o gruppo di lampade.

Recensione relè luci connesso BTicino BTI-3584C: domotica per tutti gli interruttori con Homekit e Google

A proposito di gruppo: il Relè connesso sopporta fino a 300 Watt con lampade vecchio tipo e 100 W con lampade LED ed è quindi necessario valutare il carico effettivo dei sistemi illuminanti connessi: posto che le lampade ad incandescenza o alogene sono in via di estinzione è comunque necessario conoscere la somma esatta del carico sul singolo interruttore rispettando la tabella che vedete qui sotto. Ovvio che uno switch di questo tipo è ottimale anche per trasformatori per lampade neon e di altro tipo non sostituibile con lampadine smart.

Recensione relè luci connesso BTicino BTI-3584C: domotica per tutti gli interruttori con Homekit e Google

Ci raccomandiamo in ogni caso di consultare il vostro elettricista di fiducia per verificare in loco la cablatura esistente, la tipologia di interruttori presenti, le lampadine che devono essere comandate e la possibilità di adeguare la cablatura agli schemi che vi abbiamo mostrato sopra.

Ovviamente se installate un Living Now Connesso da zero o state adeguando un Living Now non connesso l’elettricista avrà una serie di opzioni in più per domotizzare l’impianto.

Funziona anche come bridge per la rete mesh Zigbee

Una delle qualità intrinseche dei protocolli domotici come Z-wave e Zigbee è la capacità dei nodi sempre alimentati (come questo relè) di funzionare da ripetitore per la rete a maglie: posizionando/distribuendo uno switch in ogni stanza o in ogni due stanze saremo sicuri che la nostra rete sia distribuita in tutta la casa o su più piani.

Noi in effetti abbiamo montato lo switch anche in questo contesto: tra il Gateway Legrand e il quadro principale con il misuratore di consumi connesso Din c’era troppa distanza (14 metri di distanza 1 solaio e 4 pareti di cui una in CA di 30 cm) e posizionando il relè nella scatola 503 di un interruttore in posizione intermedia (di altra marca e con frutti tradizonali) non solo abbiamo ottenuto la disponibilità di una accensione “connessa” ma anche una buona e continua comunicazione tra i moduli installati.
Ovviamente se l’impianto prevede diversi di questi moduli in corrispondenza dei vari interruttori la distribuzione della rete avviene da sola in maniera ottimale.

Domotica a confronto: Zigbee vs Z-wave: quale scegliere?

Facile da connettere

Come abbiamo visto per gli altri complementi come il Rilevatore di consumi DIN e i comandi tapparella connessi di Living Now per far funzionare tutto il sistema ci vuole una dotazione di base: Il gateway Legrand e il comando globale Entra/Esci che di fatto permettono il collegamento al wi-fi di casa e all’app Home + Control che gestisce direttamente interruttori, stanze e consumi e infine permette il controllo vocale via Siri o Assistente Google e l’integrazione nella domotica HomeKit o Google Home.

Come funziona la domotica Bticino Living Now e con kit per iniziare per Homekit e Google 

Quindi il relè connnesso funziona in diverse modalità progressivamente sempre più smart:

  1. funziona come un relè tradizionale per accedere e spegnere luci da uno o più interruttori
  2. funziona come un relè connesso localmente grazie alla rete Zigbee che permette l’associazione ad un interruttore radio remoto (spegni/accendi – opzionale) o di scenario (entra/esci – nella dotazione di base necessaria)
  3. funziona come un relè connesso in locale via wi-fi grazie all’app Home + Control presente sul vostro Smartphone in casa
  4. funziona come un relè connesso da fuori casa grazie al collegamento Wi-Fi e al vostro router collegato ad internet con l’app Home + Control
  5. funziona come un accessorio Homekit da integrare nelle vostre scene e automazioni e con spegnimento-accensione da comandare via Siri in locale o remoto
  6. funziona come un accessorio Google Home da integrare in routine e scene e con spegnimento-accensione da comandare via Assistente Google in locale o remoto.

Inclusione nella gestione domotica

Come per gli accessori che abbiamo provato dovremo operare l’inclusione nel nostro impianto usando come “chiave” il comando Entra/Esci globale con la doppia pressione contemporanea dei tasti, l’accensione della luce di “inclusione” e poi andando ad includere il relé dopo la riaccensione dell’impianto. Il relè ha di comodo anche un interruttore accendi/spegni a bordo che ci può servire per testare il carico anche in assenza di inclusione nell’impianto domotico.

Una volta incluso in Home + control il relè può essere assegnato alla stanza di competenza e da lì viene visto su Homekit come accessorio del Gateway/Bridge Legrand e altrettanto su Google Home. Basterà assegnare un nome alla luce o gruppo di luci collegate e attivarle/disattivarle a voce, con i bottoni a schermo di Casa (o applicazioni compatibili) e di Home, da casa o da remoto. Trovate tutte le operazioni in sequenza nel nostro articolo che spiega come funziona il gateway Legrand BTicino con il comando Entra/Esci.

Al lavoro

Abbiamo installato il singolo relè connesso ormai da più settimane nel nostro piccolo impianto di test in una scatola 503 che comanda una carico di due lampade Led da 12+12 Watt, a 8 metri e due pareti dal gateway e a 4 metri e due pareti (tramezzo più setto in CA da 30 cm) dal quadro principale.

Il relè ha sempre funzionato senza problemi in risposta ad ogni tipo di comando remoto e pure al comando via zigbee dall’interruttore entra-esci principale. Il piccolo clic rassicurante del relè non è assolutamente fastidioso, anzi offre una risposta acustica ad un comando vocale o touch che altrimenti sembrerebbe fin troppo virtuale.

Conclusioni

Facile da installare anche se leggermente ingombrante il relé rappresenta un notevole passo avanti nella domotica per tutti grazie ad un prezzo aggressivo. Ovviamente il costo del gateway Legrand di base con l’attuatore Entra/Esci (che è di fatto ridicolo per entità se pensiamo ai costi del passato) viene assorbito man mano che si aggiungono componenti “smart” all’impianto. Occorre un solo relè per ogni punto luce (o gruppi di luci comandate da un interruttore) indipendentemente dal numero di interruttori/deviatori che attivano quel punto luce.

Pro

Prezzo concorrenziale anche con soluzioni a basso prezzo e non certificate, affidabilità Bticno, si utilizza in casa anche senza Wi-Fi attivo o anche senza accesso al web elevata integrazione con Homekit e Google Home.

Contro

E’ necessario dotarsi del Gateway Legrand + Comando Entra/esci dal costo di 90 Euro circa ma ci assicura un sistema di una flessibilità e interfacciabilità con la smart home mai vista in precedenza.

Prezzo al pubblico

Costa circa 34-37 Euro su Amazon con spedizione inclusa o circa 31 Euro su ebay con spese di spedizione di 4,5 Euro che si riducono per acquisti multipli. Al costo si aggiungeranno le spese di installazione del vostro elettricista di fiducia e, se partite da zero, quello del gateway Legrand + Comando Entra/Esci.

Su Macitynet.it abbiamo parlato di Bticino Living Now Connesso by Netatmo in questi articoli

Offerte Speciali

Amazon spacca il prezzo di iPad Pro: sconto del 23%

Su Amazon piovono sconti per gli iPad Pro e iPad Air. Ribassi storici, con taglio al listino fino al 23% per i modelli Pro. Prezzi interessanti anche per gli iPad Air
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,420FansMi piace
95,272FollowerSegui