Recensione SONY 49XE9005: la piccola grande TV per tutti

Abbiamo provato il più piccolo dei grandi monitor di Sony: bello in tutto, soprattutto per chi gioca

SONY 49XE9005, nuovo modello di TV della azienda gitapponese, si presenta come un prodotto molto interessante a prima vista: classico ma sempre affasciante design Sony,  tecnologia Android TV, HDR, 4K (3.840 x 2.160 pixel) e Full LED, in un display da 49” che per chi ha esigenze da fascia alta è di solito considerato un taglio “piccolo”.

In realtà il nuovo 49XE9005 ha tutte le carte in regola per essere un vero e proprio blockbuster della stagione invernale, da una parte come dicevamo per la tecnologia inclusa, dall’altra per il prezzo, a listino 1.599 Euro (ma su Amazon lo trovate a qualche cosa di meno) che permette di portarsi a casa una TV che sarà in grado di reggere il confronto con i modelli top per diversi anni e che risulta molto buona sia come prima che come seconda TV.

L’abbiamo provato per vedere quali sono i contenuti reali, al di là delle apparenze e delle specifiche sulla carta.

Recensione SONY 49XE9005

49XE9005, pronti via è tutto già OK

La dimensione di 49” ha reso semplice sia il trasporto che l’installazione: la TV è abbastanza leggera e facilmente maneggiabile, abbiamo effettuato tutto da soli, dallo spacchettamento all’installazione vera e propria, che si compone (come tutte le TV smart) in due fasi.

Nella prima abbiamo estratto il pannello e montato la base, e seppure anche in questo caso Sony non provveda delle istruzioni del caso, è una operazione abbastanza semplice (un gioco da ragazzi per chi ha esperienza di tipo IKEA), collegato l’importante alimentatore esterno, l’antenna (che ogni giorno che passa serve sempre meno) e la presa Ethernet.

La seconda fase ci ha visto nella personalizzazione di Android TV, possibile sia con, che senza uno smartphone Android seguendo le istruzioni a video.

Alla fine del processo abbiamo staccato la presa Ethernet e lasciato che la TV operasse solo in wirless, cosa che ha fatto benissimo senza far mai rimpiangere il cavo.

Quello che ci è piaciuto di più di tutto è da una parte la profonda integrazione che Android ha oramai con l’hardware di terze parti, dall’altra i set di default di Sony che sostanzialmente non abbiamo toccato, ottenendo probabilmente il meglio che la TV può offrire.

Nel corso della prova abbiamo usato la TV come accessorio per diverse attività, da TV smart con Android TV a display per un MacBook Pro o per un NAS, come semplice display per Set-top-Box come NVIDIA SHIELD (qui la prova) o per Apple TV, utilizzando gran parte delle porte disponibili.

Queste sono in gran numero: 4 porte HDMI (con supporto 4K) e tre porte USB-A sono quanto di meglio oggi il mercato offre in quanto a connettività digitale, forse l’anno prossimo arriveranno anche le prime USB-C.

Android e Playstation

L’esperienza con Android è stata soddisfacente: come abbiamo detto l’integrazione è profonda e non ci è sembrato che mancasse nulla nei set del software di Google per controllare pienamente TV e pannello.

Le App predefinite sono interessanti, dall’onnipresente Netflix ad Amazon Prime Video, Chili, TimVision, Rakuten TV, Premium Play, Google Play Video, Sony Playstation Video e Spotify: manca prevedibilmente e come sempre in queste TV, solo Sky per per motivi commerciali.

49XE9005 prevede anche una App per i futuri canali in streaming, perfettamente funzionante seppure con una interfaccia da rivedere (al suo interno, però, c’è solo un canale di Google in prova).

L’interfaccia di Android TV

Per quanto riguarda noi abbiamo usato qualche App video qua e la, sia nei circuiti più famosi (Netflix, Amazon, Google Play Video) sia in modalità più privata con Plex. In tutti i casi l’esperienza con Android TV si è dimostrata soddisfacente, tanne in alcuni casi in cui il comando è apparso a video qualche secondo dopo averlo premuto sul telecomando, probabilmente per un carico di lavoro eccessivo nel processore.

Sotto questo punto di vista l’ottimizzazione di Apple TV è ancora avanti, mentre Android è probabile che debba fare i conti con molteplici hardware da comandare e non si è ancora arrivati al quadro della situazione.

Per quanto riguarda l’uso delle App, Plex è andato abbastanza bene, seppure rispetto ad un player esterno la differenza si sente nella freschezza delle prestazioni e in qualche secondo in meno a caricare i film. Piacevole anche il supporto a Miracast per il mirroring del video, anche se solo in alcune App.

Anche per quanto riguarda i giochi, alcuni partono normalmente, ma spesso le prestazioni non sono all’altezza (come in nessuna TV a dire la verità): inutile nascondersi, per giocare bene è d’obbligo un hardware esterno come Playstation 4, in modo da usare 49XE9005 solo come display.

Per chi non è avvezzo all’ambiente smart, è presente una guida in linea

E a proposito di Playstation: l’abbiamo provata con alcuni titoli, sia in FullHD che in 4K, e dobbiamo dire che un po’ per la dimensione, che a parere di chi scrive è l’ideale per giocare (più grande si tende a perdersi) e un po’ per l’intensità del nero l’esperienza è stata stupefacente.

La 49XE9005 offre una ottima resa nei film, nelle Foto e un sistema operativo che serve allo scopo, ma il parere di chi scrive è che Sony abbia (volutamente o meno) creato la TV perfetta da affiancare alla Playstation 4: resa eccellente nei giochi, prezzo giusto e dimensione grande ma non grandissima.

Il telecomando è essenziale ma funzionale, i tasti si fanno trovare facilmente anche al buio

Pannello e Design

Il design è minimalista: la base appare solida seppure leggera e facile da montare, la parte posteriore non è curata come i modelli superiori ma non rappresenta un problema, le connessioni sono comode e come abbiamo sottolineato il peso è contenuto.

Il profilo laterale non è dei più sottili, probabilmente per esigenze costruttive, ma la cura dei materiali ne propende per un ottimo prodotto che fa bella figura tanto in salotto quanto in camera da letto, e tutto sommato anche in un ufficio rappresentativo o in una sala riunioni.

La parte relativa al pannello racconta di un segnale molto buono. L’HDR  opera con un contrasto che si fa notare, ci è piaciuta la resa tanto nelle foto (anche se come tutte le TV tende a saturare i colori) che nei film.

L’intensità del nero è ottima, come abbiamo detto soprattutto nei giochi, così come la ricchezza dei colori e del segnale 4K, che con file adatti dà piena soddisfazione.

Come è usanza per tutte le TV ad altissima risoluzione, però, spesso il segnale TV classico offre risultati scadenti, non per colpa di Sony ma per una estrema povertà del segnale, e se possiamo dirlo, anche dei contenuti della TV generalista: chi fa un investimento del genere è vivamente consigliato di operare con le App per lo streaming, da Netflix a Amazon Prime Video, da Premium Play a Playstation Video, finendo con Plex per i contenuti privati, lasciando la TV solamente a quando non c’è proprio il tempo per vedere altro.

Il browser Opera incluso all’interno della TV, che si lascia usare anche con il telecomando

Considerazioni

La 49XE9005 mantiene, dunque, le promesse, anche più del modello da 65” provato qualche mese fa che pure era di una fascia più alta, perché adatto ad un pubblico più vaso e con esigenze già differenziate, mae privo dei compromessi tipici dei display di questa fascia. È anche più spiccatamente rivolto ai giochi.

Difetti veri e propri non ne abbiamo percepiti: ci sarebbe piaciuto, forse, un maggiore supporto per i file locali, dove le App mostrano lacune, ma in una ottica sempre più orientata allo streaming, è un difetto di poco conto.

La TV è un bell’esempio di come sia possibile avere un prodotto con un design importante, una resa ottimale, un supporto smart piacevole (e in ogni caso potete collegare il Set-top-Box che volete via HDMI) ad un prezzo in linea con le aspettative.

Sony 49XE9005 dovrebbe essere facilmente reperibile nelle più famose catene di negozi della penisola al prezzo di 1.599 Euro, anche se al momento in cui scriviamo lo potete trovare con un piccolo sconto anche su Amazon.it

Design:
4.5 Stars (4,5 / 5)
Facilità-d’uso:
3.5 Stars (3,5 / 5)
Prestazioni:
4.0 Stars (4,0 / 5)
Qualità/Prezzo:
4.0 Stars (4,0 / 5)
Media:
4 Stars (4 / 5)

Pro:

  • Ottimo rapporto dimensioni, prezzo e qualità
  • Perfetto per chi gioca
  • Perfetto in un ambiente smart

Contro:

  • Android ha qualche limite nelle operazioni più gravose

Prezzo: 1.599 Euro