fbpx
Home Macity Mac Accessori Recensione Transcend JetDrive Lite, la scheda SD che diventa un disco d'emergenza...

Recensione Transcend JetDrive Lite, la scheda SD che diventa un disco d’emergenza per il Mac

La presenza della porta SD sui Mac di più recente generazione ha fatto sorgere, fin dall’inizio, l’idea di riciclare questo sistema di connessione con supporti esterni, per creare un sistema di back up o di espansione del disco interno. È questa l’idea del Nifty e anche del più recente JetDrive Lite di Transcend (in vendita su Amazon), che abbiamo messo alla prova in questi giorni.

Jetdrive Lite, cos’è

Il JetDrive Lite di Transcend è di fatto un chip di memoria SD con un involucro specificamente studiato per i portatili Apple: è più corta di una scheda SD e sporge solo di pochissimo dal case del Mac. A disposizione ci sono 4 diverse versioni: MacBook Air da 13 pollici, MacBook Pro Retina 13 pollici e MacBook Pro Retina da 15 pollici, nelle versioni 2012, inizio 2013 e fine 2013. Due i tagli: da 64GB e da 128 GB. Transcend sottolinea che i MacBook Air Late 2010, Mid 2011 e Mid 2012 hanno uno slot SD che usa il bus USB 2.0 quindi sono troppo lenti per essere usate affabilmente per lo scopo che il JetDrive Lite si prefigge.

L’accessorio viene venduto in una scatoletta molto piccola e piccolo è anche l’accessorio stesso. Usarlo non richiede alcuno studio. Una volta estratto dalla scatola, lo si inserisce nello slot e si ha istantaneamente accesso ad esso, viene infatti montato sulla scrivania come un normale disco SD. La scheda è formattata in ExFat. Questa scelta se la scheda non fosse studiata per essere unicamente usata con il Mac, sarebbe una buona idea perché consentirebbe la compatibilità anche con il mondo Windows, ma in reltà per la JetDrive Lite, che è un prodotto esclusivo per computer Apple e non può essere usato nè in una macchina fotografica nè da un lettore di schede esterno, appare non troppo comprensibile; il formato ExFat è più lento del formato nativo Mac Os Extended sia in scrittura che in lettura ed in più impedisce di usare, eventualmente, il JetDrive Lite come disco di avvio e anche come disco TimeMachine. Per questa ragione un buon modo per iniziare l’uso del JetDrive Lite è formattarlo in Mac Os Extended Journaled. In questo modo potrà essere usato come un vero disco Mac. L’unico svantaggio rispetto al formato ExFat sarà lo spazio che risulterà inaccessibile dopo la formattazione: in ExFat vengono trattenuti solo 10 MB, in Mac OS Extended Journaled ne abbiamo visti sparire 233, ma questo è relativo visto che stiamo parlando di un disco da 128 GB (nel nostro caso) o 64 GB (al peggio).

Il JetDrive Lite, una volta installato, è davvero quasi invisibile. Scompare quasi totalmente nello slot, lasciando sporgere solo un piccolissimo scalino. È addirittura, per alcuni versi, anche troppo integrato: estrarlo comporta infatti qualche piccolo contorsionismo se non si hanno unghie affilate. Probabilmente un dentello o un incavo non avrebbero disturbato troppo il profilo della scheda e avrebbero consentito una miglior ergonomia. Evidentemente Transcend pensa che una volta installato il JetDrive Lite non ci siano più motivi per toglierlo, ma l’uso frequente di schede SD, oggi molto comuni, rende questo scenario poco probabile.

In ogni caso il fatto di avere una scheda SD perfettamente integrata nel computer, senza alcuna sporgenza (se non un paio di millimetri), solidamente installata, è il principale e quasi esclusivo, ma anche strategico, vantaggio rispetto ad una normale scheda SD. Tutto quel che potremo fare dal punto di vista funzionale con una JetDrive Lite lo possiamo fare con una normale SD, infatti, ma una SD sporge in maniera significativa dallo slot e questo impedisce di lasciarla sempre installata perchè potrebbe spezzarsi durante il trasporto, uscire dallo slot o, peggio, danneggiare la porta SD forzando il metallo o la componente interna. La Transcend JetDrive Lite, invece, si fonde pressochè totalmente con la macchina.

Offerte Speciali

iPhone 11 Pro 64GB al prezzo minimo storico: solo 969 €, risparmiate 220 euro!|

Torna la grande promozione su Amazon: iPhone 11 Pro 64 Gb scende al prezzo minimo della sua storia. Lo pagate: solo 969 euro invece che 1189 €
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,551FansMi piace
94,158FollowerSegui